Archivio : dicembre, 2015

Lev Tolstoj: maestro di nonviolenza che ispirò Gandhi

Come non si può asciugare l’acqua con l’acqua, non si può spegnere il fuoco con il fuoco, così non si può distruggere il male con il male.”

Lev Tolstoj

Lev Tolstoj, nato a Jàsnaja Poljana il 9 settembre 1828, non fu solamente un grande scrittore ma anche un convinto sostenitore del principio della nonviolenza, tanto da aver ispirato persino Gandhi, che dei suoi scritti affermò: “La sua lettura mi entusiasmo’. Ne ebbi un’impressione indimenticabile. A quel tempo io credevo nella violenza. Quel libro mi curo’ dallo scetticismo e fece di me un fermo credente nell’ahimsa.”

Autoproduzione: ecco come autoprodursi tutto!

Partiamo da una delle tante notizie sugli stili di vita alternativi che circolano in rete: una giovane coppia vegana austriaca non acquista più nulla al supermercato da ben sette anni. Dopo aver lasciato la capitale per trasferirsi in una piccola cittadina del sud, i due, che prima possedevano solo un piccolo orticello casalingo, si sono dedicati alla coltivazione di un terreno di ben 8mila mq, da cui traggono tutto il necessario per vivere. Lisa Pfegler e Micheal Hartl, infatti, riciclano di tutto e non acquistano più non solo il cibo, ma anche detersivi, cosmetici e altri prodotti per la casa, che producono con le loro stesse mani. Qualche esempio? Il fai da te riguarda un semplice sapone, come il detersivo a base di castagne o il dentifricio con bicarbonato e menta fresca. E se poi qualcosa manca, basta rivolgersi ai contadini delle vicinanze per acquistare prodotti biologici a Km 0.

Piumino in Asclepias: il Primo Piumino Vegetale che Aiuta anche le Farfalle

Forse ancora non tutti sono a conoscenza di come vengono prodotte le imbottiture dei piumini che indossiamo ma è giusto capire il perchè di una scelta alternativa; le piume usate per imbottire le giacche tanto amate, calde e morbidissime, vengono letteralmente strappate dal petto delle oche, quelle sul petto sono più piccole e morbide, perette per rendere i capi più pregiati, ma allo stesso tempo per ottenerle si sottopongono le oche a torture inimmaginabili… o forse potete immaginarlo… provate a prendere un paio di pinzette e strapparvi i peli del naso… non tutti solo un paio… ecco moltiplicate quel dolore per un’infinità di volte e potrete forse immaginare cosa prova un’oca.

Cosa sono le premonizioni e come si manifestano

I dizionari le definiscono “percezioni di ciò che avverrà” o più in generale “presentimenti”, “presagi”. Ma di fatto cosa sono le premonizioni? Pur trattandosi di un argomento “paranormale”, diversi studi scientifici si sono addentrati in questo territorio ignoto, nel tentativo di provarne l’esistenza dal punto di vista empirico. E dai risultati emersi sembrerebbe proprio che premonizione e sesto senso non siano affatto fantascienza. Perlomeno secondo la specialista in neuroscienze Julia Mossbridge della Northwestern University, e gli altri ricercatori che l’hanno accompagnata in un peculiare studio pubblicato su Frontiers in Perception Science.

I bambini e la calma: 4 strategie in stile Montessori per ritrovare la serenità

Recuperare la calma dopo un litigio, una frustrazione, un momento difficile non è mai una cosa semplice. Figuriamoci poi se siamo dei bambini, magari anche piccoli, che non sappiamo ancora nominare le nostre emozioni.  Diventa dunque impresa ardua per noi (genitori) e per i nostri bambini , gestire al meglio una situazione di “perdita di controllo”.

Ma… abbiamo alcune strategie che possiamo mettere in atto. Piccoli aiuti che non faranno miracoli ma che possono aiutare a smorzare gli animi.

Uno è senza dubbio il “barattolo della calma Montessori“.

JAR

Non è mai troppo tardi per avere un’infanzia felice

Questo articolo lo dedico alle tante “anime speciali” che mi hanno insegnato e continuano ad insegnarmi quanto meravigliosa sia la vita sempre, comunque e nonostante tutto.

Conoscersi, divenire consapevoli e imparare ad amare, é il viaggio di tutta una vita ed è proprio per questo che non c’è mai fine alla scoperta della nostra meravigliosa unicità, in cui risiedono talenti, carismi e potenzialità da esprimere e da donare.
Come possiamo definire i confini della nostra individualità, se non prendiamo consapevolezza della mappa storica che ci ha generati?

Come è Nata l’Usanza dell’Albero di Natale?

“Significativo simbolo del Natale di Cristo, perché con la sue foglie sempre verdi richiama la vita che non muore”
~ Benedetto XVI

Albero di Natale

“Albero della Vita” di Pacino di Buonaguida (1305-1310 circa)
Galleria dell’Accademia a Firenze

L’albero di per sè è il simbolo della vita ed è diffuso in tutte le culture e in tutte le epoche, ma come è nato l’albero di Natale? Forse non tutti sanno che decorare l’albero di Natale è un’usanza antichissima, si pensa infatti che già venissero decorati gli alberi del Paradiso con nastri e oggetti colorati, fiaccole, piccole campane, animaletti votivi, e vi era la credenza che le luci che si andavano a posizionare tra i rami, corrispondessero alle anime; anche gli alberi cosmici venivano adornati con decorazioni come il Sole, la Luna, i Pianeti e le stelle, famoso era l’abete sacro a Odino il dio dei Germani, che era visto come il simbolo dell’immortalità, una manifestazione divina del cosmo.

Il rito per festeggiare la prima mestruazione

Viviamo in un mondo davvero paradossale.

La guerra, la violenza, la prepotenza vengono mostrate ed esaltate in tutte le loro forme mediante immagini e racconti. L’amore (sessuale, affettivo, di parole) viene invece insabbiato il più possibile.

Un bambino cresce così sapendo come si muore e non come si nasce. Tutto ciò che ha a che fare con la sessualità (intesa però nel modo sano e non deviato che spesso l’uomo attribuisce ad essa e che spesso purtroppo vive) è un tabù.

Le malattie psicosomatiche del secondo chakra

Sono una persona molto sensibile e spesso, proprio per questo, il mio corpo ha delle reazioni esagerate.
Una volta un’osteopata di Rovereto, per spiegarmi il meccanismo, mi disse: “Tu sei una Ferrari e vai molto veloce, spesso ti si accendono delle spie per segnalarti quello che non va perché il rischio di schiantarti é più alto per te rispetto ad un’automobile che va più lentamente come una Cinquecento”.

L’organismo umano infatti è una macchina intuitiva che ci avvisa dei problemi che colpiscono la nostra salute emotiva lanciando un allarme fisico.

chakra-sistema

Imparare la Matematica nell’Orto della Scuola

La scuola si trasferisce nell’orto, ma non solo per imparare a coltivare, per stare a contatto con la natura o per vivere all’aria aperta, ma per imparare la matematica.

Avevamo già parlato di un orto a scuola, una realtà che sta prendendo piedi in Italia  con diversi progetti che aiutino i ragazzi a comprendere e ad avvicinarsi con facilità ad uno stile di vita più sano e ad una alimentazione più ricca di verdure, ma quello che fanno gli insegnanti della scuola elementare Los Cerritos di Long Beach, in California, è qualcosa di ancora più profondo, loro utilizzano un orto di 4.500 metri quadri come scuola per insegnare matematica, scienze, storia e arte.

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail

SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2018 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655