Archivio : novembre, 2015

Noi Lavoriamo Troppo: Gli Indiani Sapevano come Fare

Questo articolo è un invito alla riflessione, una riflessione sul nostro stile di vita che ci ha ormai fagocitato e non ci lascia altra scelta che farci trasportare giù per le budella del suo sistema digerente.

Lavoriamo troppo

Frenesia è la prima parola che mi viene in mente pensando al nostro tempo. Pensateci, prendete un giorno qualunque della vostra vita e fatene il resoconto… al mattino ci si alza, lavata, pettinata, colazione rapida e via nel traffico… ufficio, fabbrica, cantiere… urla, baccano, ticchettio… pausa pranzo (che pausa?) corsa verso la mensa, coda, cibo ingurgitato in fretta… si riprende a lavorare… finite le 8 ore… c’è l’ora di straordinario per un lavoro che non può proprio aspettare… E’ tardi, in macchina e di nuovo nel caos e traffico… finalmente a casa… pulizie, preparare cena, compiti dei bambini, cena, lavare i piatti, tv e crollare sul letto per poi ricominciare tutto da capo…

Più verde intorno alla scuola? Ne beneficia lo sviluppo cognitivo dei bambini

Il verde fa bene. Rilassa, migliora l’umore, concilia l’attività fisica, ci fa respirare aria pulita, concedendoci momenti di svago e relax in confortevoli spazi aperti lontani dai rumori, dalla frenesia e dall’inquinamento delle nostre ormai invivibili città.

Oggi circa metà della popolazione mondiale vive in centri urbani assediati dallo smog, dove lo spazio destinato alle aree verdi è sempre più ridotto. Non andrà meglio in futuro, dato che recenti proiezioni indicano che, dal 2030, ben tre persone su cinque del pianeta Terra trascorreranno il loro tempo entro i limiti di città grigie, dominate dal cemento.

Perchè ci innamoriamo? Nulla avviene per caso…

E poi succede. Quando meno ce lo aspettiamo e che ci piaccia o no, ci innamoriamo. Incontriamo una persona e guardandola negli occhi qualcosa dentro di noi si accende e sappiamo, anche se magari non ce ne rendiamo conto, che quella persona l’abbiamo già vista da qualche parte, la sua voce o un suo gesto ci parla di cose indescrivibili, il suo viso ci ricorda tempi di cui non sappiamo, innesca memorie antichissime senza nome, impulsi ancestrali dimenticati in qualche angolo di noi. In meno di un minuto è fatta. Da lì in poi, appena oltre quel bivio di un secondo, inizia tutta un’altra strada.

23 Ghirlande di Natale Fai-da-te

Per Natale è bello addobbare casa con alberi ricchi di palline colorate, festoni, presepi, ma anche le ghirlande hanno un loro fascino, soprattutto appese fuori dalla porta di casa o alla finestra, ma comprarle costano parecchio e non sono mai come le vorremmo allora perché non provare a fare delle ghirlande di Natale come piacciono a noi, magari facendoci aiutare dai bimbi e  creare quell’atmosfera festosa tipica del periodo?

Di seguito tante idee che potete utilizzare come spunto per le vostre ghirlande di Natale Fai-da-te.

Angeli: cosa sono e come trovare il proprio

Il termine angelo deriva dal greco “anghelos”, ovvero “messaggero” e tutti noi ne conosciamo, a grandi linee, il significato visto che le diverse religioni, dal Cristianesimo all’Islam fino all’Ebraismo, accettano l’esistenza di questi esseri spirituali. Nella visione cristiana, quella più diffusa alle nostre latitudini, gli angeli sono creature divine prive di corpo fisico, dotate di vita eterna, in stretto rapporto con gli esseri umani. Potremmo definirli consiglieri divini, protettori che ci aiutano a vivere meglio.

angeologia

Come Rendersi Infelici: le nostre zone erronee

come-rendersi-infelici
C’e da fare una premessa importante: noi individui a volte siamo purtroppo “maestri” nell’autoingannarci, nel complicarci la vita, e nel renderci infelici.

E tutto ciò lo facciamo in modo del tutto inconsapevole. Mettendo in atto comportamenti, modi di pensare che piuttosto che facilitarci finiscono col creare molte difficoltà alla nostra vita.

Questo lo facciamo in molti modi, ma il vero problema insito in tutto ciò è la mancanza di consapevolezza, ed è anche il vero motivo che porta a reiterare a lungo tali situazioni. E a volte a chiedersi perché ci troviamo puntualmente a vivere gli stessi “copioni”….

Aura: cos’è, come visualizzarla e perché vale la pena provarci

L’aura, termine derivante dal greco alos, “corona”, è un campo di radiazione luminosa, una specie di alone vibrante, che circonderebbe gli esseri viventi. Ne parlano numerose correnti spirituali e tradizioni diverse, sia antiche che moderne: basti pensare ai dipinti di santi e Madonne avvolti da ovoidi luminosi, agli scritti di tradizione Rosacrociana e ancora agli antichissimi Veda, al Libro di Dzyan e ai geroglifici egiziani.

Qualunque spiegazione sia stata fornita al riguardo, l’aura è sempre stata raffigurata come un alone luminoso intorno al capo o al corpo umano. Ad affrontare in modo esauriente l’argomento fu, a inizio 900′, Charles Webster Leadbeater, ne “L’uomo visibile e l’uomo invisibile”, ma anche lo stesso Rudolf Steiner approfondì la materia nella sua antroposofia.

La Danza del Sole: un Rito di Purificazione e Autosacrificio

Si chiama Wiwanyag Whachipi e letteralmente significa “Danzare guardando il Sole” e deriva da Wi che significa Sole, da Wanyag che significa guardare e da Wachipi che significa danzare.

La danza del sole indiana è una delle più importanti e solenni cerimonie dei popoli di tutte le nazioni tribali del Nord America, che ebbe inizio tra l’800 e il 1200 dell’Era Moderna ed esprime tutta la spiritualità del popolo indiano, in particolar modo del popolo Lakota.

Danza del sole

Cliccare per ingrandire

Perché NON si Deve Costringere i Bambini a Condividere

Se siete genitori potete intuire il tono provocatorio del titolo di questo articolo, ma così non vuol essere, ci hanno sempre insegnato che è giusto giocare insieme e condividere i giochi, spesso cedendo ai capricci di qualche altro coetaneo, ma questo non è giusto ed ora vi spiego il perchè.

bambini

Per quanti giochi ci possano essere a disposizione, in un gruppo di bambini in età prescolare, è facile notare come tutti vogliano lo stesso gioco allo stesso momento e spesso si crea il caos, e allora interviene l’insegnante o il genitore che spiega che è giusto condividere i giochi con gli altri bimbi e quindi chi stava giocando viene messo nella condizione di cedere il gioco suo malgrado.

Mestiere Impresa, la community per ogni azienda

Siete un’azienda avviata da poco? Avete una piccola realtà imprenditoriale e volete farvi conoscere? Volete investire in realtà nuove green legate all’ecologia, alle energie rinnovabili e allo sviluppo sostenibile? Pensavate di aprire la vostra attività all’estero ma non sapete come fare?

Allora questo articolo fa per voi.

BNL per rispondere a queste esigenze ha creato Mestiere Impresa, un punto di incontro online tra imprenditori che registrandosi al sito hanno l’occasione di descrivere la propria azienda e farla conoscere. Oltre ad essere una vetrina per dare visibilità alle aziende, Mestiere Impresa è anche uno spazio importante per confrontarsi e per conoscere eventi inerenti alle tematiche economiche e finanziarie.

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail

SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2018 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655