Archivio : ottobre, 2013

Farina di ceci: qualche ricetta pratica e veloce

La farina di ceci, chiamata anche gram flour o besan, è un particolare tipo di farina ottenuta dal cece, legume ampiamente usato nell’alimentazione umana per via delle sue importanti proprietà proteiche.

Oltre ad essere particolarmente nutriente e importante per il nostro organismo, la farina di ceci in cucina viene utilizzata per svariate ricette, molto semplici, veloci e gustose, molte della quali trovano radici nelle tradizioni culinarie delle principali città d’Italia. Inoltre, la farina di ceci è anche priva di glutine, adatta ai celiaci.

Parigi: il graffitismo diventa arte nell’effimero museo della Street Art

L’arte dei writers, più nota a tutti come graffitismo, è una manifestazione sociale, culturale e artistica diffusa in tutto il pianeta, basata sull’espressione della propria creatività tramite interventi pittorici sul tessuto urbano.

Questi, però, vengono spesso considerati atti di vandalismo e vengono puniti secondo le leggi vigenti. Ricordiamo, per esempio, come a Milano due writer furono condannati a sei mesi e 20 giorni di reclusione con l’accusa di associazione per delinquere finalizzata all’imbrattamento.

Vadim E il Passerotto: Ecco Come si Diventa Amici

Questa è la storia di Vadim, 12 anni, e di Abi, il suo passerotto. Abi era caduto dal suo nido, e si sa che i nidiacei hanno pochissime probabilità di sopravvivenza senza il calore dei fratelli e la mamma che li imbecca. Invece Vadim ce l’ha fatta. Ha salvato Abi e  lo ha allevato per 2 mesi.

I nidiacei sono soggetti ad imprinting , cioè considerano la loro mamma la prima cosa che vedono, e probabilmente Abi anche se non era così piccolo quando è caduto dal nido. Ma l’affetto e la dedizione di Vadim hanno fatto si che l’uccellino si affezionasse al ragazzino, permettendo a se stesso di sopravvivere. Anche se ora è abbastanza grande da volar via, l’uccellino ha deciso di restare nell’abitazione della nonna di Vadim, in modo  da poter restare col suo amico umano.

Non lo trovate irresistibile? L’uccello giardiniere e l’amore

Avete mai pensato che anche nel mondo ornitologico potesse esserci un Casanova? Si tratta del Ptilonorhynchidae, un passeriforme, più comunemente chiamato Uccello Giardiniere. Gli uccelli giardinieri trovano il loro habitat in Australia e Nuova Guinea, sono passeracei di dimensioni medio-grandi (possono arrivare fino alle dimensioni di un corvo) e, come nei fagiani, il maschio presenta livree colorate e vistose, mentre le femmine hanno un piumaggio che sfuma dal verde al grigio, al marrone.

L’uccello giardiniere è uno dei protagonisti dell’interessantissimo libro dell’etologo Donald Griffin, “Menti Animali” (ed.or Donald R. Griffin, Animal Minds, The University of Chicago Press, Chicago 1992), ed è un affascinante esempio della complessità del comportamento animale.

Scuola dell’agrivillaggio e della decrescita felice: soluzioni per sprecare di meno

Offrire una visione complessiva del momento di cambiamento che stiamo vivendo, perchè la decrescita non è solo crisi, ma anche opportunità per chi ha gli occhi aperti per vedere.

E’ questo l’obiettivo della Scuola dell’agrivillaggio e della decrescita felice, nata dall’esperienza dell’Agrivillaggio di Vicofertile (PR), che negli anni si è costituito come un vero e proprio laboratorio del “fare” e mette oggi a disposizione di tutti i saperi e le esperienze raccolte in questo percorso, con la collaborazione scientifica del Movimento della Decrescita Felice.

Vuoi semplificarti la vita? Ecco alcune geniali ed utili soluzioni [FOTO]

La maggior parte delle volte, fare la cosa giusta, significa suggerirne una davvero semplice. Oggi infatti vi proponiamo alcune geniali e facili soluzioni che con un piccolo gesto e inventiva ci semplificano la vita!

Come è possibile? Ecco a seguire alcuni esempi che nella vita quotidiana potrebbero tornarci utili.

 

1. Avete mai pensato a come far entrare un numero di bottiglie in frigo ma non sapevate come? Ecco, come possiamo notare in foto, è stata utilizzata una semplice pinza da documenti che tiene bloccate le bottiglie e quindi farne entrare più di due sovrapposte l’una sull’altra.

Il video della mamma gatta che coccola e allatta i suoi piccoli

Oggi vogliamo mostrarvi un video semplice, dolce… forse apparentemente un pò banale ad un primo superficiale sguardo.

C’è una mamma gatta sdraiata che si lascia “usare” dai suoi piccolini: chi vuole coccole, chi desidera essere allattato. Lei è davvero bellissima. Lei è lì per i suoi micetti: emana un profondo senso di armonia e di pace.

Eppure un video così semplice deve farci riflettere riguardo il modo in cui viene vissuta oggigiorno la maternità umana. 

L’acqua migliore da bere? Quella assunta mediante frutta e verdura

L’acqua è indispensabile per la nostra vita. Ecco perchè, proprio come l’aria che respiriamo, deve essere sana ed adeguata al nostro organismo.

Quale acqua scegliere allora? Quella del rubinetto oppure quella in bottiglia? E tra quest’ultima meglio quella in bottiglia di plastica oppure in vetro?

La risposta è che l’acqua migliore per il nostro organismo dal punto di vista organolettico è quella che assumiamo con la frutta e la verdura.

Se infatti assumiamo abbastanza frutta e verdura di stagione, fresca e allo stato crudo (la cottura fa disperdere l’acqua) non abbiamo sete perchè ci siamo già dissetati tramite questi cibi ricchi di elementi chimici naturali come vitamine e sali minerali e di elementi energetici naturali.

Streghe, la femminilità messa al rogo

Herbarie, ammaliatrici, levatrici, curandere, sapienti, libere, detentrici del sapere erboristico, solitarie per necessità, in una parola Streghe.

Le streghe rappresentano l’anima ferita e percossa della donna, sono il simbolo delle ferite, dell’usurpazione, del potere fallocratico di certi uomini, il simbolo della libertà implorata, pretesa, rubata, raggiunta, sacrificata; il simbolo del sacrificio della donna per la donna, del diritto al sapere, della rivendicazione di quel sapere che da sempre appartiene al femminile perché conseguenza diretta dell’istinto di cura. Circa cinque secoli di persecuzioni, roghi, torture, annegamenti, confessioni forzate per ridurre e sottomettere lo spirito naturale della donna, la sua capacità di imparare e condividere hanno segnato la storia della “civile” Europa.

Mangiate frutta e verdura in quantità sufficienti? Solo 1 italiano su 7 lo fa

La frutta e la verdura sono cibi essenziali nella nostra alimentazione. Purtroppo non vengono consumati a dovere poichè vengono considerati solo dei contorni della nostra dieta. Niente di più sbagliato!

L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda di introdurre almeno 5 porzioni di frutta e verdura al giorno ma se ne mangiate di più ancora meglio.

Solo il 15% degli italiani riesce a consumare le porzioni consigliate. Questo vuol dire che il restante numero di cittadini arriva anche a non mangiare frutta e verdura durante il giorno o comunque ne mangia quantità minime e quindi non sufficienti.

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail

SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2018 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655