Archivio : marzo, 2013

L’elefantino amante delle coccole

Oggi vogliamo mostrarvi un video simpaticissimo e tenerissimo.

Un piccolo d’elefante particolarmente affettuoso cerca in tutti i modi di farsi coccolare ed accarezzare. Il video sta spopolando sul web perchè la ricerca di coccole del cucciolo è talmente spudorata che fa sorridere. Il ragazzo “vittima” del piccolo elefante viene letteralmente travolto dall’elefantino che desidera a tutti i costi un contatto d’affetto e giocoso.

Come a tutti i piccoli anche a lui piace giocare e ricevere coccole e sembra non voler più smettere: un cucciolo d’elefante fa però un pò impressione perchè le sue dimensioni sono davvero grandi ed il gioco può trasformarsi inavvertitamente in qualcosa di pericoloso per il ragazzo coinvolto. Ecco perchè sono dovuti intervenire ad allontanare i due giocherelloni.

Il video della leonessa che annusa il fotografo immobile

Le immagini che vedrete mettono un pò di brivido ma fanno anche riflettere.

Graham Springer è un fotografo del canale naturalistico ‘Earthtouch’ e si trovava in Botswana per lavoro. Mentre si trovava vicino alla sua macchina una leonessa si è avvicinata a lui e lo ha annusato per qualche minuto.

Il fotografo è rimasto immobile ed il suo viso emanava terrore e paura per quell’inaspettato incontro ravvicinato. Il felino, dopo averlo annusato, se n’è andato via facendo tirare a Graham un grande sospiro di sollievo.

Quindicenne pakistana candidata al Premio Nobel per la Pace

Ha solo 15 anni ma il suo coraggio e la sua determinazione la rendono la più giovane candidata al Premio Nobel per la Pace 2013.

Malala Yousafzai è una ragazza giovane ma con le idee chiare:  a soli 13 anni ha aperto un blog chiamato Diary of a Pakistani Schoolgirl  e attraverso di esso testimoniava al mondo le condizioni delle donne e dei giovani sotto il dominio talebano. 

Ha lottato per difendere i diritti civili delle donne nella valle dello Swat, una zona del Pakistan controllata dagli estremisti islamici.

Il video shock del “prima” e “dopo” l’uso di droghe

In un documentario distribuito nelle scuole Usa si vedono le foto segnaletiche di 21 detenuti finiti dentro per stupefacenti e immortalati «prima» e «dopo» l’uso di droghe pesanti

 

Questa campagna pubblicitaria è stata una delle più discusse mai lanciate negli USA, ad idearla è stato Bret King, vice-sceriffo di Multnomah County (Oregon) che spiega: «L’idea è quella di dare ai più giovani un esempio tangibile e insieme drammatico degli effetti devastanti che l’uso di droghe pesanti provoca»

Sigarette elettroniche vietate nei locali pubblici

Abbiamo parlato delle sigarette elettroniche più volte. Leggete l’articolo Sigarette elettroniche al centro di un acceso dibattito

Non esistono ad oggi evidenze scientifiche riguardo gli effetti che queste sigarette possono avere sulla salute umana e di conseguenza alcuni si chiedono se è giusto permetterne l’uso anche nei locali pubblici.

Il comune di Vallo della Lucania in provincia di Salerno ha deciso di prendere una posizione in merito e ha vietato l’uso delle sigarette elettroniche nei locali pubblici: non si potrà più utilizzarle in ristoranti, nei bar e nei circoli privati.

Il cane che ama la musica [Video]

Strepitoso!! Chi l’avrebbe mai detto che i cani fossero intenditori di musica? Guardate questo Golden Retriever invece, pare proprio apprezzare la musica che proviene dalla chitarra del suo padrone!!!

 

 

Ogni animale ha i propri gusti in fatto di musica e, piuttosto che veri e propri brani, gli animali hanno dei “toni” particolarmente preferiti.

Gli scienziati hanno definito queste particolari musiche come “specie-specifiche“: si tratta di note, toni, ritmi e percussioni che ricordano all’animale la propria specie oppure un rivale, rendendolo così particolarmente felice. Si può trattare di un rumore che imita lo stato di contentezza, come ad esempio le fusa del gatto, oppure delle piccole “sinfonia della preda”, soprattutto per stimolare i cani più curiosi.

Dove può arrivare l’indifferenza umana? Il caso della bambina investita e ignorata – Video shock –

E’ un fatto drammatico avvenuto nel 2011 ma che ben si presta a rispondere alla nostra domanda: fin dove può arrivare l’indifferenza umana?

Una bambina cinese di soli due anni viene investita più volte lungo una strada. I passanti la lasciano agonizzante a terra senza far nulla per diversi minuti: ciò che gela il sangue è che la vedono e rimangono impassibili. La terrificante scena è stata ripresa dalle telecamere di sorveglianza ed il video, allora, fece il giro del mondo suscitando sconcerto e indignazione.

Si parlò giustamente di “degenerazione morale della società”.

I prodotti tossici da eliminare dal bagno

Nel bagno, sopratutto in quello delle donne, ci sono almeno 515 agenti chimici tra creme, cremine, shampoo, bagnoschiuma, e chi più ne ha più ne metta…

Ma ci sono 5 di questi agenti chimici che sono davvero da evitare, magari controllando sulle etichette prima di acquistarli.

1. Parabeni

Sono i conservanti e antimicrobici sintetici, li troviamo quasi ovunque, sia in cosmesi che in farmaci che negli alimenti, ritenuti innocui vengono largamente utilizzati.

Però da una ricerca effettuata nel 2004 è emerso che i parabeni contenuti nei deodoranti possono provocare cancro al seno. Su 20 campioni prelevati da donne con tumore al seno, 18 evidenziavano tracce elevate di parabeni.

Siena: bloccata la caccia alle volpi! La rete esulta!

Doveva partire il 1° Aprile a Siena la caccia delle volpi. Leggete l’articolo Siena: dal 1°Aprile inizia la mattanza delle volpi. Si possono uccidere anche nelle tane per capire di cosa si tratta.

Le proteste arrivate da tutta Italia sono servite:  l’assessore all’agricoltura e alle risorse faunistiche, Anna Maria Betti, ha annunciato una moratoria. Per ora si parla di un blocco ala caccia delle volpi di un mese: non si sa se sarà un blocco definitivo ma è pur sempre un segnale positivo.

Molte le associazioni e le persone, famose e non, ad essersi mobilitate per proteggere le volpi.

Cina: obbligata ad abortire al 7° mese. Il papà pubblica sul web la foto del bimbo morto per protesta

Una giovane coppia cinese era in attesa del secondo figlio. La gravidanza è arrivata inaspettatamente ma accolta con amore da mamma e papà. Purtroppo però in Cina non è possibile avere più di un figlio: una legge del 1980 obbliga tutti i cinesi ad avere un unico figlio per risolvere l’eccessiva crescita demografica.

La coppia ha cercato di nascondere la gravidanza sperando che nessuno se ne accorgesse. Purtroppo, però, un vicino ha denunciato la cosa: egli è stato ricompensato dallo Stato e gli ufficiali della pianificazione familiare sono intervenuti.

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail

SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2018 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655