Archivio : gennaio, 2013

Cane condannato a morte perchè è gay

Un cane è destinato ad essere messo a morte, in Tennessee, dopo che il suo padrone lo ha abbandonato perché pensava fosse gay.

Il pitbull sta attualmente languendo in un ricovero per animali sovraffollato a Jackson, ma purtroppo verrà soppresso questo pomeriggio, a meno che un nuovo proprietario non venga trovato all’ultimo minuto.

Secondo il proprietario del rifugio, il padrone del cane, lo aveva notato ‘curvo‘ su un altro cane maschio, il che lo ha portato presupporre che fosse gay.

Donne Etiopi sterilizzate per entrare Israele

I contraccettivi iniettabili sono il metodo principale di pianificazione familiare in Africa sub-sahariana e hanno svolto un ruolo importante nel recente aumento della diffusione dei contraccettivi nella regione. L’Etiopia è il secondo paese più popoloso dell’Africa, con i più alti livelli di fertilità in zone rurali e tra le donne più povere e meno istruite. Le donne etiopi considerano i contraccettivi iniettabili il loro metodo preferito di contraccezione, non per questo devono essere costrette o ancor peggio imposto di nascosto.

Le donne Etiopi che emigrano in Israele vengono sottoposte a trattamenti medici contraccettivi forzati o fatti passare per normali vaccinazioni.

Alimenti da evitare perchè possono provocare infiammazioni

Vi sono degli alimenti che è meglio ridurre drasticamente o addirittura eliminare per non incorrere in fastidiose infiammazioni. E’ quanto sostiene la dottoressa Michelle Schoffro Cook, esperta statunitense di alimentazione e medicina naturale.

Ecco l’elenco degli alimenti sotto accusa:

1- cibo da fast food. No alle patatine fritte e all’hamburger ma anche no a tutti i cibi confezionati. Gli alimenti fritti, poi, devono essere assolutamente evitati.

2- Grassi idrogenati e grassi trans. Questi grassi sono presenti soprattutto nella margarina, nello strutto e nei prodotti di pasticceria.

3- Carne (sia rossa che bianca). Sarebbe bene ridurne notevolmente il consumo o eliminarla. Secondo la dottoressa Cook una dieta basata completamente su cibi vegetali tende a non provocare infiammazioni.

Moria delle api: appello urgente!

Le api stanno morendo in ogni parte del mondo. L’ente di controllo europeo per l’alimentazione ha dichiarato che. almeno in parte, ciò è causato da alcuni pesticidi, i più tossici utilizzati in agricoltura chiamati pesticidi neonicotinoidi.

Le api sono fondamentali per la vita sul pianeta poichè ogni anno impollinano il 90% delle piante e dei raccolti: senza il loro lavoro frutta e verdura potrebbe scomparire.

Ognuno di noi può fare qualcosa: leggere il seguente appello di Avaaz.org e firmare la petizione che trovate in fondo alla pagina:

La lontra vanitosa

Cucù! No!!! non fotografarmi così, aspetta che prima mi sistemo!!

Ecco cosa sembra dire questa timida lontra prima di farsi scattare una foto dalla fotocamera.

La lontra è uno degli esserini più giocosi del Regno Animale, sono spesso fotografate mentre pescano il cibo o mentre interagiscono tra loro. Ma questa in particolare è apparsa molto timida alla telecamera, ed è andata per le lunghe a prepararsi e a pavoneggiarsi prima di essere pronta per la foto.

Etiopia: tribù massacrate per una diga. Anche l’Italia è coinvolta

ll 28 dicembre 2012, 147 membri della tribù dei Suri (molti dei quali donne e bambini) sono stati massacrati dai soldati governativi etiopi, che volevano sfrattarli dai loro terreni.

Proprio sul loro territorio è prevista la costruzione di una diga (denominata GIBE III) sul fiume Omo. La italiana Salini S.P.A. è coinvolta nella costruzione di questo progetto.

Da tempo il governo etiope allontana violentemente, anche per mezzo dell’uccisione, le popolazioni primitive che ostacolano progetti di sviluppo di diverse multinazionali occidentali.

Strage di elefanti in Bornio: cucciolo veglia la mamma morta

Sono saliti a dieci gli elefanti pigmei morti nel territorio malaysiano del Borneo. I responsabili della riserva di Gunung Rara, nello Stato di Sabah, li hanno trovati uno dopo l’altro nelle ultime tre settimane.

Si pensa siano deceduti per avvelenamento. I bracconieri, questa volta, sembrano non centrare:  le carcasse sono state ritrovate con le zanne intatte e senza alcuna ferita di armi da fuoco. Solo in seguito ad accurate analisi sarà possibile risalire alle cause delle morti.

Il capo veterinario della riserva, Sen Nathan, ha dichiarato: “È stato estremamente doloroso ritrovare tutti questi poveri animali. In particolare una femmina che aveva il cucciolo di tre mesi ancora vicino, incapace di accettare la morte della madre”.

Test di lancio spaziali con scimmia

Un altro esperimento è stato fatto, una scimmietta è stata lanciata a 120 km di altezza dentro una sonda spaziale.

L’esperimento si è svolto in Iran ed è stata una prova di lancio per un eventuale lancio di astronauti iraniani nei prossimi 5-8 anni.

E a parte il fatto che la comunità mondiale teme per questi esperimenti perchè  pensa possano celare la messa a punto di missili a lungo raggio armati di testate nucleari, di qui la ripresa dei negoziati con Teheran nel tentativo di risolvere la controversia sul nucleare prima che la questione provochi un nuovo conflitto in Medio Oriente, ma la cosa che sconvolge e che nel 2013 si debbano ancora usare animali per fare test del genere.

Video dei delfini che cercano di salvare un compagno

In questo video si vede qualcosa di straordinario, un branco di 12 delfini che nuotano cercando di tenere a galla un loro compagno che non sta bene.

Tutti insieme cercano di formare una specie di “zattera” per mantenere a galla l’amico in difficoltà ed evitargli l’annegamento.

Si sa che i delfini sono animali intelligenti ma non si era mai vista una tale collaborazione per aiutare un compagno in pericolo di vita.

Il filmato è stato girato al Kyum Park of the Cetacean Research Institute in Ulsan, in sud Korea.

Il gesto sportivo di Iván Fernández Anaya commuove il web

Un gesto sportivo che ha fatto il giro del mondo e che brinda al valore più sano e autentico dello sport.

Il 2 dicembre 2012, il corridore basco Iván Fernández Anaya stava gareggiando in una corsa campestre a Burlada, Navarra, e si trovava in seconda posizione. Stava per vincere il leader della corsa Abel Mutai, già medaglia di bronzo nella 3000 metri siepi a Londra 2012.

Ad un certo punto una svista da parte di Mutai: il keniano si ferma 10 metri prima del traguardo perchè convinto di aver già attraversato la linea di fine corsa e quindi di essere arrivato per primo.

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail

SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2018 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655