Archivio : maggio, 2012

Aiuti per i caseifici colpiti dal sisma

Molte persone si stanno mobilitando per sostenere i caseifici colpiti dal terremoto. Di seguito troverete le risposte alle domande più comuni prese direttamente dal sito www.parmigiano-reggiano.it/news. Se volete acquistare direttamente dai caseifici colpiti a fondo articolo troverete una lista di quelli che si sono messi a disposizione per la vendita al dettaglio.

Dopo il secondo terremoto si sono verificati ancora crolli delle impalcature nelle sale di stagionatura in diversi caseifici, più di dodici, con un coinvolgimento di altre 300.000 forme cadute (quindi 600.000 in tutto), molte delle quali risultano danneggiate.

Save the Children lancia la campagna Ricordiamoci dell’infanzia

Save the ChildrenChi non conosce o ha mai sentito parlare di Save the Children? E’ la più grande organizzazione mondiale indipendente che lavora per migliorare le condizioni di vita di tutti i bambini del mondo.

Per approfondire le notizie riguardo questa importante associazione vi consigliamo di visionare il suo sito ufficiale all’indirizzo http://www.savethechildren.it/IT/HomePage

In questo momento è in corso una campagna di sensibilizzazione promossa da Save the Children denominata “Ricordiamoci dell’infanzia”.

Save the ChildrenE’ iniziata il 15 maggio ed è rivolta alle istituzioni italiane ma anche ai singoli cittadini al fine di far riflettere tutti sul rischio di povertà infantile in Italia.

Terremoto in Emilia, alcune cose da sapere

Non c’è nessuna emergenza sangue.

In relazione alle nuove scosse di terremoto verificatesi in Emilia Romagna e alla successiva diffusione di notizie relative ad una presunta emergenza sangue, pubblichiamo la nota dell’ufficio stampa dell’Avis regionale Emilia Romagna.

Circolano in queste ore informazioni non corrette sulla necessità di sangue nel modenese e nelle altre zone colpite dal terremoto. Avis rende noto che il Sistema Regionale Sangue è perfettamente in grado di garantire le scorte di sangue e plasma necessari ad ogni provincia della regione.

Si invitano i donatori di sangue periodici a non saltare l’appuntamento per non creare carenze nelle scorte ma attualmente la situazione è perfettamente sotto controllo.

Terremoto Emilia: i soldi della parata del 2 giugno usiamoli per loro

Purtroppo il terremoto ha colpito ancora l’Emilia nella giornata di oggi.

Emergency propone di scrivere una mail al Presidente della Repubblica per proporgli di utilizzare i soldi destinati alla parata del 2 giugno per l’aiuto ai terremotati emiliani.

Questo il testo della mail che Emergency suggerisce:

Egregio Presidente Giorgio Napolitano

Lei ha chiesto ai giovani di aprire porte e finestre, anche qualora le trovassero chiuse.

Le chiediamo con tutto il rispetto di dare l’esempio: apra porte e finestre alla solidarietà; trasformi il 2 giugno da festa della Repubblica militare a festa della Repubblica solidale.

Terremoto in Emilia nuove scosse

Nuove fortissime scosse di terremoto in Emilia, la prima di magnitudo 5.8 stamani alle 9, con epicentro in provincia di Modena e altre due, intorno alle 13, di magnitudo superiore a 5. Sono dieci finora le vittime accertate e tanti i crolli di edifici già danneggiati dal sisma del 20 maggio. I comuni prossimi all’epicentro sono Medolla, Mirandola e Cavezzo.All’origine delle nuove scossa potrebbe essere la rottura di una nuova faglia.

Terremoto in Emilia emergenza animali

Il terremoto che ha scosso con violenza l’Emilia Romagna non ha colpito solo gravemente gli abitanti, ma anche le aziende agricole che hanno perso molti animali e molti non possono essere seguiti quotidianamente come dovrebbero. Anche tanti cani e gatti che sono scappati spaventati dalle vibrazioni sono rimasti soli o abbandonati nelle case diroccate.

La Protezione del Gatto e la Protezione Animali Carpigiana, si sono unite e grazie all’aiuto dei volontari e dei Vigili del fuoco stanno cercando di recuperare gli animali fuggiti e ospitarli in luoghi sicuri. Una grave emergenza è quella dei gatti di quelle persone che purtroppo sono costrette a soggiornare in tende da campo, i volontari li stanno salvando uno ad uno.

Referendum sulla caccia cancellato: vergogna!

Era fissato per il tre giugno ma il Consiglio Regionale del Piemonte e la Giunta hanno cancellato il referendum regionale sulla caccia.

Tutto era già in moto per la preparazione di questo importante giorno: migliaia di volontari erano già al lavoro per organizzare l’evento, per sensibilizzare i cittadini.

Ma il referendum non ci sarà e la motivazione data per l’annullamento dell’evento è la crisi economica.

Turtle Summer all’acquario di Cattolica

Nella giornata internazionale della Biodiversità, dedicata quest’anno dall’Onu alla biodiversità marina, parte la scoperta del mondo delle tartarughe marine con la “Turtle summer” organizzata da Wwf Italia e Coop. L’estate con le tartarughe è stato  inaugurato il 22 Maggio all’Acquario di Cattolica, cuore dell’iniziativa è una mostra itinerante tridimensionale dedicata alle tartarughe marine.

«Tutte le specie esistenti di tartarughe marine – sottolineano Wwf e Coop – sono considerate in pericolo di estinzione: dopo decine di milioni di anni gli oceani rischiano di perdere per sempre alcuni dei loro ospiti più affascinanti».

Vittime della strada: 1400 scarpe per ricordarle

In Australia ogni anno le vittime della strada sono in media 1400. Per ricordarle e per sensibilizzare tutti su questo drammatico dato, a Sydney in Martin Place sono state posizionate 1400 scarpe: una distesa di calzature che fa davvero riflettere!

L’immagine fa impressione: vedere scarpe senza chi le indossa colpisce proprio nel segno. Anche perchè realmente nel luogo dell’incidente di chi muore travolto da un’automobile spesso si vedono scarpe abbandonate.

Si notano scarpe di tutti i tipi: da donna, da uomo, da bambino. Tutti purtroppo possono morire in questo modo.

Manichini impiccati a Napoli

Questa mattina Napoli si è svegliata con tanti manichini impiccati in giro per la città.

Uno scherzo? Assolutamente no! E’ una protesta originale e riuscita poichè colpisce le persone che vedendoli iniziano a porsi delle domande.

I manichini sono stati posizionati dai disoccupati che appartengono alla sigla Precari Bros. E con questo gesto creativo vogliono mandare un forte messaggio: “Ora basta, vi metteremo alla corde”!

Sono sparsi per tutta la città: bianchi, tutti uguali, con il viso di Anonymous. L’unica cosa che hanno di diverso l’uno dall’altro sono le scritte: disoccupato, esodato, pensionato, sanita’, Unione Europea.

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail

SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2018 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655