Archivio : gennaio, 2012

Scienza senza vivisezione, si può fare, si deve fare

Ci stiamo avvicinando sempre di più… un altro passo avanti nella ricerca è stato fatto senza la sperimentazione animale, due studi uno dell’università della California e uno dell’Universià di immunopatogenesi di Milano ci offrono la speranza di poter dire una volta in più che è possibile avanzare nella scienza senza cadere nelle barbarie della vivisezione animale.

A San Diego in California sono stati prelevati fibroblasti (cellule della pelle) da alcuni pazienti con la malattia di Alzheimer e sono stati “riprogrammati” per trasformarli in cellule staminali pluripotenti indotte (iPSC) che hanno dato vita a neuroni funzionanti. I ricercatori della San Diego School of Medicine hanno così creato in laboratorio dei modelli di neuroni umani affetti da Alzheimer, un lavoro che permetterà di studiare la malattia da materiale umano senza ricorrere ad animali.

VeganFest: il festival vegan più grande d’Europa!

Dal 27 Aprile al 1Maggio 2012 presso il bellissimo Palazzo Mediceo di Seravezza (Lucca), in Versilia, si terrà la seconda edizione di VeganFest: l’evento dedicato al mondo vegan e alla realtà biologica!

Ma cos’è il VeganFest? Una vera e propria festa, un punto di incontro, un brindisi alla vita. Vegan sta per “vegano“, colui che ha intrapreso un cammino ideale e mentale che lo ha portato ad escludere dalla sua quotidianità l’uso di prodotti di origine animale (cibo, abbigliamento e via dicendo). Solitamente chi è vegano ha anche abbracciato uno stile di vita ecologico e naturale ed è contro a qualsiasi tipo di sfruttamento animale ma anche umano!

Ilva Taranto, causa della salute precaria per operai e cittadini?

Novità importanti per l’ambiente ma soprattutto per il bellissimo territorio pugliese continuamente martoriato dalla mala gestione e dal traffico di rifiuti e non solo.

La buona notizia arriva dalla cancelleria del gip di Taranto, Patrizia Todisco, che ha ricevuto in questi giorni la relazione dei periti chimici relativa all’Ilva della città pugliese. La relazione, la prima parte della maxi-perizia sulle emissioni dell’Ilva, è stata disposta nell’ ambito di un incidente probatorio ed è composta da oltre 500 pagine in cui sembra essere chiaro il coinvolgimento dello stabilimento siderurgico nella precarietà della salute dei suoi operai e dei cittadini stessi non solo di Taranto ma anche dei comuni limitrofi.

Concordia: lista delle sostanze inquinanti a bordo

Il rischio per un probabile disastro ambientale causato dalla dispersione in acqua di sostanze inquinanti della nave da crociera naufragata, è ancora alto.

Di recente è stato fornito l’elenco dettagliato dei materiali e delle sostanze presenti sulla nave. Abbiamo ritenuto utile riportarlo poichè non si tratta unicamente di carburante inquinante ma di altre sostanze tossiche e nocive. Inoltre ci sembrava interessante conoscere cosa c’è effettivamente a bordo di una nave di queste proporzioni.

Eccovi l’elenco:

– 1.351 metri cubi di acque grigie e nere

– 3.504 metri cubi di acqua di mare nelle casse zavorra

– circa 41 metri cubi di oli lubrificanti

Energie rinnovabili, la cultura inizia dalla scuola

energie rinnovabili scuolaNonostante i pesanti tagli piovuti addosso alla scuola pubblica negli ultimi anni, anche grazie alla famigerata Riforma Gelmini, i progetti per diffondere la cultura dell’ energia solare e delle energie rinnovabili fra gli studenti non si sono arrestati.

Spesso esperti di queste discipline sono stati chiamati ad illustrare ai ragazzi i benefici che potrebbero derivare da queste semplici tecnologie: risparmio energetico, minor inquinamento, ottimizzazione delle risorse.

Nel versante scuola infatti c’è da lavorare su due fronti. Uno quello culturale, dove si cerca di instillare nei ragazzi la cultura del risparmio, dell’etica e del non sprecare le risorse naturali, dall’altra parte c’è il versante delle strutture scolastiche spesso fatiscenti e quindi difficilmente rimaneggiabili per quanto riguarda impianti energetici basati su energie rinnovabili.

Perchè mangiamo carne? L’analisi psicologica di Annamaria Manzoni

Annamaria Manzoni ha scritto il libro “Noi abbiamo un sogno” . E’ un saggio molto profondo in cui viene analizzato dal punto di vista psicologico e socio-culturale il rapporto uomo-animale. Eticamente ha scritto tempo fa una recensione del libro che potete visionare a questo link:  http://www.eticamente.net/535/recensione-libro-noi-abbiamo-un-sogno-di-annamaria-manzoni.html

Abbiamo il piacere di ospitare Annamaria tra le nostre pagine e le abbiamo posto alcune domande.

1- All’interno del suo libro vi è un’analisi psicologica illuminante riguardo le motivazioni che spingono le persone a mangiare carne: ce le può riassumere brevemente?

L’ONU dichiara il 2012 l’anno dell’energia sostenibile per tutti

Elettricità e riscaldamento sono importanti per la sopravvivenza di ogni essere umano: purtroppo non tutti possono avere accesso a questi servizi!

Così l’ONU ha ben pensato di sensibilizzare il mondo riguardo a questo problema proclamando il 2012 l’anno dell’energia sostenibile.

Il segretario generale dell’Onu, Ban Ki-moon, ha così spiegato le motivazioni di questa iniziativa: “L’energia sostenibile per tutti e’ a portata di mano. la poverta’ di energia deve finire, dobbiamo poter accendere la luce in tutte le case”.

Liberalizzazioni, niente incentivi fotovoltaico e le associazioni si ribellano

energie rinnovabiliTorniamo a parlare di Liberalizzazioni soprattutto per quel che concerne i tanto discussi incentivi fotovoltaici.

Il nuovo decreto, pubblicato nei giorni scorsi in Gazzetta ufficiale, riguarda molto da vicino il fotovoltaico e la possibilità di creare nuovi impianti e nuovi sviluppi per il settore. Secondo quanto denunciato dalle associazioni di categoria il decreto  “introduce, incredibilmente, disposizioni retroattive che ledono gravemente i diritti dei produttori fotovoltaici che in buona fede hanno iniziato a realizzare nuovi impianti secondo la normativa vigente, da soli 10 mesi”.

Marea Nera, arriva il sapone magnetico

marea-nera-Ottime notizie, pur restando nella tragedia, arrivano per la risoluzione dell’inquinamento dell’acqua a causa di riversamenti in mare di petrolio o simili.

Grazie ad un particolare sapone magnetico, messo a punto da un team di ricercatori inglesi dell’Università di Bristol, sarà possibile ripulire gli oceani dalle maree nere e dal petrolio. Com’è possibile? Tutto grazie all’arricchimento di molecole di ferro che possono controllare e sfruttare le tensioni di un campo magnetico.

Il detergente, una volta sciolto nell’acqua, permette la raccolta di oli e può essere rimosso sfruttando l’energia delle calamite. Si tratta di uan vera e propria rivoluzione che potrebbe andare a colmare la lacuna delle altre soluzioni tensioattive che, se applicate in larga scala, possono davvero provocare dei danni irreparabili all’ambiente, più di quelli che riescono a risolvere.

Uccisione di randagi in Ucraina: così “ripuliscono” il Paese per gli europei di calcio

A giugno ci sarà l’europeo di calcio 2012: quest’anno toccherà all’Ucraina ospitare questo evento sportivo!

Per tale motivo, visto che il territorio sarà sotto l’attenzione dei riflettori di tutta Europa e anche oltre,  le autorità hanno iniziato a far “pulizia”. Non di rifiuti ma di animali randagi!

Il randagismo, infatti, è un fenomeno molto diffuso e fuori controllo in Ucraina: probabilmente fino ad ora non è mai stato un problema da affrontare! Ma adesso l’immagine del Paese rischia di essere rovinata proprio a causa di questi animali!

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail

SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2018 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655