Sei in Spettacoli con Animali

Ecco la lista dei Paesi che hanno vietato l’uso degli animali nei circhi

animali-nei-circhi

Diversi giornali e network ecologisti stanno riportando in questi giorni un’ennesima buona notizia per chi ama gli animali: anche il Messico si è aggiunto alla lunga lista dei governi che vietano l’utilizzo di animali nei circhi.

Per la precisione, Deputati messicani hanno approvato emendamenti alle leggi che consentivano l’uso di animali selvatici (elefanti, primati ecc.) in tutto il paese, vietandone così la presenza.

Il provvedimento, già applicabile alle città di Città del Messico, Chihuahua, Colima, Morelos, Queretaro, Quintana Roo e Guerrero, è valido ora a livello nazionale, e stabilisce le sanzioni per i trasgressori , con multe fino a 3.360.000 pesos messicani (circa $ 228,687 ).

Zoo: ecco perchè non andarci!

zoo-leoni

C’è uno zoo in Egitto, e anche in tanti altri posti, che ospita tantissimi animali, sono splendidi e stanno lì, esposti, affinchè il pubblico possa ammirare la loro bellezza.

Il fatto è questo, viviamo una sola volta e sarebbe davvero uno spreco non poter mai ammirare dal vivo nemmeno un piccolo leone, o magari una tigre.

Certo, “dal vivo” nel senso che è tutto reale, ma ci sono casi in cui tigri e leoni non sono poi così vivi; ma l’importante è vederli, che poi siano vivi, morti o dormano non ci interessa tanto, in fondo non fanno niente di utile, immobili e disinteressati lì dentro, non sono neanche divertenti.

Circo Martin: sequestrati per maltrattamento tutti gli animali!

circo-martin

Circo Martin: sequestrati per la prima volta tutti gli animali di un circo

Nei circhi l’impiego di animali è stato sempre duramente contestato dalle associazioni animaliste, le quali ritengono che, da un punto di vista etico, non sia accettabile che gli animali vengano utilizzati per il divertimento umano, e che, da un punto di vista pratico, la detenzione, l’addestramento e gli spettacoli non siano compatibili con le caratteristiche etologiche degli animali stessi.

Finalmente il primo passo concreto in Italia contro l’uso di animali nelle strutture circensi è avvenuto grazie alla LAV (Lega Anti Vivisezione), che è riuscita a far sequestrare tutti gli animali del Circo Martin.

Animali maltrattati: il dramma degli elefanti da spettacolo

elefante_circo

Sono fantastici gli elefanti, sono diventati animali da intrattenimento e ci divertono con i loro numeri da circo; così, grandi e grossi, mostrano un’agilità inimmaginabile e a noi non resta che guardarli e applaudire mentre poggiano la testa sul pavimento e sollevano il corpo in aria, stanno in piedi su due zampe, fanno inchini e piroette come se tutto fosse più che naturale.

Elefanti da spettacolo: animali maltrattati!

Lui è Chuck, ha solo 6 anni e dalla nascita è rinchiuso in questo parco per divertire bambini e adulti che si stupiscono nel vedere l’elefante fare canestro dopo aver sollevato da terra una palla con la proboscide.

Circo Martin: Dove la Dignità non Esiste

 

Il video che vi vogliamo mostrare è stato girato dai volontari della LAV  all’interno del circo Martin, durante le tappe a Cagliari e interland, nello scorso mese di dicembre. Nel filmato è impossibile non notare e non essere toccati dalla tristezza che si legge negli occhi degli animali, in particolare in quelli dell’orso.

Secondo quanto registrato nel video un cavallo, una tigre e un orso vivono in spazi ristretti, per non dire angusti. Per loro nessun elemento di conforto, nessun giaciglio comodo e caldo, dove poter trovare un mimino di pace. Solo gabbie, sbarre e lamiere.

L’India verso lo stop definitivo all’uso di animali nei circhi: scoperti maltrattamenti e abusi

Finalmente qualcosa di concreto. Arriva dall’India, infatti, il primo passo verso lo stop definitivo all’uso di animali nelle strutture circensi.

Negli anni, l’impiego di animali è stato sempre duramente contestato dalle associazioni animaliste, le quali ritengono che, da un punto di vista etico, non sia accettabile che gli animali vengano utilizzati per il divertimento umano, e che, da un punto di vista pratico, la detenzione, l’addestramento e gli spettacoli non siano compatibili con le caratteristiche etologiche degli animali stessi.

Ael, l’orango catturato e schernito dagli abitanti del villaggio, poi salvato da un’associazione animalista

Oggi vi raccontiamo la storia Ael, una femmina di orango del Borneo. Una storia a lieto fine per fortuna, ma che a leggerla fa comunque accapponare la pelle.

Succede tutto a Borneo appunto, in una cittadina di Tempurkan. L’orango, che si era avvicinato al villaggio in cerca di cibo, è stato subito catturato e immobilizzato da sei persone che ne hanno poi fatto un “giocattolo vivente”: dopo averlo legato e incatenato ad un palo nel bel mezzo di uno spiazzo, infatti, l’orango è divenuto vittima di scherzi, dispetti e tormenti.

Delfinario Uguale Morte [Video]

Sono l’attore Giorgio Panariello e la presentatrice Licia Colò a realizzare un video per www.sosdelfini.org, creato per sostenere la campagna europea promossa dall’associazione spagnola Faada e realizzata in collaborazione con Born Free Foundation.

Per ogni delfino che sopravvive in un delfinario, la maggior parte muore nel tentativo di adattarsi. Molti cadono in depressione e si rende necessario dar loro tranquillanti e farmaci per ridurre stress e aggressività provocati dalla vita in cattività. Chi visita questi centri sta ignorando la loro sofferenza. [Panariello]

Tragedia allo zoo: il video dell’orso che sbrana una scimmia

Come si fa ad andare ancora negli zoo o ai circhi? Ci divertiamo davvero a vedere animali in bicicletta o delfini che saltano a comando?

Dietro agli spettacoli con animali si nascondono sempre sfruttamento e prigionia: gli animali devono essere lasciati liberi nel loro habitat e non rinchiusi in gabbie o in ambienti artificiali per il piacere dell’uomo.

Il video che vogliamo mostrarvi oggi mette in luce ancora una volta quanto è sbagliato l’uso degli animali negli zoo. Durante uno show in uno zoo a Shanghai si vedono un orso ed una scimmia che vanno in bicicletta: non so a voi ma a me fanno pena più che divertirmi.

Muore orso polare nello zoo

Winner, l’ultimo orso polare dello zoo di Buenos Aires, è morto. Le ragioni della sua morte devono far riflettere tutti.

Questa la dichiarazione dei responsabili dello zoo riguardo il decesso dell’animale: “il suo temperamento, visto che è sempre stato molto nervoso, il forte caldo di questi giorni e i rumori per i fuochi di artificio della notte di Natale, tutti fattori che hanno reso difficile la sua termo-regolazione”.

In Argentina è piena estate e fa molto caldo: come può sopravvivere un orso polare in queste condizioni?

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail

SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655