Sei in Sfruttamento

#StopTheTrucks: la Campagna Contro il Trasporto di Animali Vivi

Dall’allevamento al mattatoio. I “viaggi della morte” sono una crudele realtà che si palesa quotidianamente sotto i nostri occhi, troppo spesso insensibili alla sofferenza altrui. Ammassati all’interno di camion in spazi ridottissimi, affamati, disidratati, impauriti, in condizioni di esaurimento psico-fisico, esposti al rischio di ferirsi o ammalarsi, ogni anno moltissimi animali sono costretti a viaggiare per ore ed ore su lunghe tratte all’interno dell’Unione europea e verso Paesi terzi. Per paradosso può capitare addirittura che muoiano prima di raggiungere la loro ultima destinazione. Il trasporto degli animali vivi merita una cornice normativa più adeguata e fortunatamente qualcosa si sta muovendo.

Come riutilizzare il pane raffermo

pane-raffermo

Quante volte, alla fine della giornata, vi sarà capitato di ritrovarvi con grandi quantità di pane avanzato? Nessun problema, anzi guai a buttarlo via, perché l’alimento base per eccellenza della nostra cucina, anche se raffermo, può essere impiegato in numerosi piatti prelibati e nutrienti, dimostrando così le sue enormi qualità.

7 ricette con l’amaranto che vi stupiranno!

Pseudo-cereale coltivato sin dall’antichità nell’attuale Messico e in America Latina, l’amaranto è un alimento ricco di proprietà nutritive, privo di glutine e facilmente digeribile.

Leggi anche —> Amaranto: ecco perchè consumarlo ogni settimana!

Adatto alla dieta di adulti e bambini, presenta un alto contenuto di proteine, vitamine, fibre, ferro, calcio e magnesio. La coltivazione dell’amaranto fu quasi abbandonata dopo le devastazioni e le proibizioni imposte dalla colonizzazione spagnola, ma a partire dagli anni ’70 del ‘900 l’interesse del mondo scientifico ha portato alla sua riscoperta e valorizzazione, per un alimentazione sana e naturale.

Ecco la lista dei Paesi che hanno vietato l’uso degli animali nei circhi

animali-nei-circhi

Diversi giornali e network ecologisti stanno riportando in questi giorni un’ennesima buona notizia per chi ama gli animali: anche il Messico si è aggiunto alla lunga lista dei governi che vietano l’utilizzo di animali nei circhi.

Per la precisione, Deputati messicani hanno approvato emendamenti alle leggi che consentivano l’uso di animali selvatici (elefanti, primati ecc.) in tutto il paese, vietandone così la presenza.

Il provvedimento, già applicabile alle città di Città del Messico, Chihuahua, Colima, Morelos, Queretaro, Quintana Roo e Guerrero, è valido ora a livello nazionale, e stabilisce le sanzioni per i trasgressori , con multe fino a 3.360.000 pesos messicani (circa $ 228,687 ).

Troppi daini a Ravenna: la Provincia ha deciso di abbatterne 67

strage-di-daini-a-Ravenna

In questi giorni a Ravenna le istituzioni progettano uno sterminio; qualche daino di troppo dovrà essere abbattuto, precisamente 67, con l’accusa di aver causato troppi incidenti nei pressi del loro ambiente.

La comunicazione della decisione è arrivata alla gente con una leggerezza tale da lasciare tutti sbigottiti, non è possibile annunciare una strage come fosse normale e noiosa routine, non è possibile mantenere una tale freschezza quando si discute di fucilazioni e morte.

Ma la triste verità è che gran parte di noi sono impotenti di fronte a decisioni irrevocabili come questa e soltanto chi possiede il potere dell’informazione o grandi disponibilità economiche può davvero lottare sperando in qualche risultato, seppur misero, ma almeno percettibile.

Cavalli che trainano carrozze: la sofferenza che non vogliamo vedere!

Roma: un cavallo a terra per un malore davanti a Palazzo Chigi

Quasi un mese fa un cavallo si accasciava per le vie di Roma; era esausto e, sdraiato sulla strada, si rifiutava di muoversi ignorando completamente i richiami dell’uomo al quale apparteneva.

Era un lavoratore e svolgeva un servizio in favore dei turisti portandoli di qua e di là soltanto con l’aiuto della sua stessa forza, riusciva a trascinare una pesante carrozza come fosse la normalità.

E in effetti per lui era davvero la normalità, come per tutti gli altri cavalli che subiscono il medesimo destino e per tutta la vita sostano accanto ad un marciapiede in attesa di turisti troppo stanchi per poter camminare ancora sui loro piedi e bisognosi di un aiuto per scoprire qualche altro angolo della città comodamente seduti su quel mezzo di trasporto.

Bile degli orsi: usata per creme, lozioni e medicinali

 

bile-degli-orsi

La medicina della tradizione asiatica ha fatto uso di bile per tantissimi anni, e continua ancora oggi, come uno degli elementi fondamentali per creme, lozioni, non solo veri e propri medicinali ma anche prodotti per la cura di sé e del corpo.

La bile viene estratta dagli orsi tibetani, sfruttati all’interno delle fattorie della bile per l’intera durata della loro vita, all’incirca 20 anni, quando finalmente sopraggiunge la morte.

Anni fa era legale e praticata la caccia all’orso e dai cadaveri degli orsi uccisi veniva estratta la bile, fonte di grandi guadagni per il mercato asiatico e prodotto fortemente richiesto dagli acquirenti.

Produzione della seta: quando la bellezza nasconde una verità terribile!

 

produzione-della-seta

Morbidezza e splendore contraddistinguono da sempre la seta; tessuto delicato e antico, ha riempito i mercati di ogni luogo, ha viaggiato da un paese all’altro, ha reso fruttuoso il commercio orientale.

È un prodotto nobile e la sua bellezza lo dimostra ma sappiamo bene che, spesso, ciò che per noi è nobile e pregiato ha alle spalle una violenta storia di sofferenza; si tratta di una bellezza indubbia e vistosa ma che riguarda l’apparenza del prodotto e nient’altro perché, se guardiamo più in profondità, scompare la bellezza per far spazio a verità e consapevolezza.

Abbigliamento cruelty-free: la lista delle aziende non violente!

 

abbigliamento-cruelty-free

Mentre l’autunno si mette al lavoro e ci scatena contro venti e piogge, noi ci occupiamo del cambio stagione e ci accorgiamo che forse è il caso di fare un salto per le vie del centro per dedicarci un po’ allo shopping.

Scarpe, maglioni, sciarpe e cappotti sono necessari, acquistiamo ciò che più ci piace, cerchiamo occasioni e prezzi moderati e torniamo a casa felici, rigenerati perché spesso andare per negozi è rilassante e terapeutico.

Ma ci siamo mai chiesti cos’è davvero ciò che stiamo comprando?

Zoo: ecco perchè non andarci!

zoo-leoni

C’è uno zoo in Egitto, e anche in tanti altri posti, che ospita tantissimi animali, sono splendidi e stanno lì, esposti, affinchè il pubblico possa ammirare la loro bellezza.

Il fatto è questo, viviamo una sola volta e sarebbe davvero uno spreco non poter mai ammirare dal vivo nemmeno un piccolo leone, o magari una tigre.

Certo, “dal vivo” nel senso che è tutto reale, ma ci sono casi in cui tigri e leoni non sono poi così vivi; ma l’importante è vederli, che poi siano vivi, morti o dormano non ci interessa tanto, in fondo non fanno niente di utile, immobili e disinteressati lì dentro, non sono neanche divertenti.

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail

SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655