E’ successo negli Stati Uniti. L’ennesima morte causata dalle armi così diffuse nelle famiglie americane. Questa tragica vicenda, però, ha dell’incredibile perchè a sparare è un bambino di appena 5 anni e la vittima è la piccola sorellina di 2. L’arma sotto accusa è un fucile giocattolo regalata al bambino per Natale.

I due bambini stavano giocando, la madre era in veranda. Non appena ha sentito lo sparo è corsa ma per la piccola Caroline non c’era purtroppo più nulla da fare.

Il fucile che ha ucciso la sfortunata bambina è un little Crickett,  un giocattolo in grado di sparare piccoli pallini metallici. L’azienda del fucile sotto accusa è anche produttrice di armi per adulti: sul suo sito sono pubblicate foto di bambini ai poligoni di tiro o a caccia.

Una tragedia che solleva tanti interrogativi: sono da considerarsi giocattoli delle armi che uccidono davvero? perchè regalare un’arma ad bambino? l’azienda pagherà per ciò che è successo?

Purtroppo le risposte a queste domande non riporteranno la piccola Caroline tra noi.

Fonte: Corriere.it

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬

Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente