Il sale uccide le nostre papille gustative e noi stessi

Le papille gustative degli uomini risultano essere sempre meno sensibili: i sapori dei cibi, soprattutto se naturali, ci appaiono insipidi e non piacevoli. Ciò è dovuto al massiccio uso di minerali usati per insaporire i vari alimenti. Primo tra tutti il sale.

Per trovare gustoso un cibo ormai non possiamo fare senza sale: ma è un circolo vizioso perchè più siamo abituati ad usarlo più dobbiamo usarlo. E’ una vera e propria dipendenza! Il sale, il più delle volte, non dà sapore ad un alimento ma ne maschera il sapore. Di conseguenza dove manca il sale manca il gusto o meglio non riusciamo ad apprezzarlo perchè le nostre papille gustative sono ormai quasi morte. E così non riusciamo ad apprezzare il sapore di alimenti naturali come frutta e verdura e preferiamo invece quelli più elaborati.

Oltre a creare questo danno il sale presenta molti altri risvolti negativi molto più gravi: esso uccide 6000 persone al giorno nel mondo poichè chi introduce troppo sale nel proprio organismo muore per infarto, ictus ed altri problemi cardiovascolari. Ed il problema del consumo eccessivo di sale appartiene a più di metà della popolazione mondiale!

L’Organizzazione Mondiale della Sanità invita a non introdurre più di 2 grammi di sodio al giorno che corrispondono a circa 5 grammi di sale da cucina (un cucchiaino da the).

Per sapere quali sono i cibi più salati cliccate qui.

Dall’eccessivo consumo di sale ci si può pian piano “disintossicare”: faremo felici le nostre papille gustative e la nostra salute!

Eccovi dei consigli per limitare l’uso di questo minerale. Nelle linee-guide dell’Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione vengono riportati questi suggerimenti:

1-Riduci progressivamente l’uso di sale sia a tavola che in cucina.

2- Preferisci al sale comune il sale arricchito con iodio (sale iodato).

3- Non aggiungere sale nelle pappe dei bambini, almeno per tutto il primo anno di vita.

4- Limita l’uso di condimenti alternativi contenenti sodio (dado da brodo, ketchup, salsa di soia, senape, ecc.).

5- Insaporisci i cibi con erbe aromatiche (come aglio, cipolla, basilico, prezzemolo, rosmarino, salvia, menta, origano, maggiorana, sedano, porro, timo, semi di finocchio) e spezie (come pepe, peperoncino, noce moscata, zafferano, curry).

6- Esalta il sapore dei cibi usando succo di limone e aceto.

7- Scegli, quando sono disponibili, le linee di prodotti a basso contenuto di sale (pane senza sale, tonno in scatola a basso contenuto di sale, ecc.).

8- Consuma solo saltuariamente alimenti trasformati ricchi di sale (snack salati, patatine in sacchetto, olive da tavola, alcuni salumi e formaggi).

9- Nell’attività sportiva moderata reintegra con la semplice acqua i liquidi perduti attraverso la sudorazione.

Noi vi consigliamo inoltre di preferire cibi cucinati da voi: secondo l’American Heart Association consumiamo sale senza accorgercene poichè l’80% e’ contenuto negli alimenti confezionati acquistati. Secondo le stime della Commissione Europea invece quello aggiunto nelle preparazioni domestiche è solo il 10% circa.

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬

Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente

Dott.ssa Elena Bernabè

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Dott.ssa Elena Bernabè il 29/04/2013
Categoria/e: Alimentazione, Notizie, Primo piano.

Responsabile della redazione. Laureata in psicologia, appassionata di tematiche ambientali, animaliste ed equosolidali. Assetata di verità e disposta a tutto per ottenerla. Ama scrivere e creare in tutte le sue forme

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655