Jean-Claude Mas è proprietario della Poly Implant Prothèse e terzo produttore mondiale di impianti al silicone. Ora sta sostenendo un processo a Marsiglia: è accusato di una maxi truffa e rischia 5 anni di reclusione per aver prodotto e venduto delle protesi al silicone, destinate al seno femminile, non conforme negli anni che vanno dal 1991 al 2010.

Una frode a livello mondiale ai danni di molte donne: si parla di 30000 vittime solo in Francia, 500 mila nel mondo. 67 sono i paesi coinvolti. Ben 5000 vittime hanno presentato denuncia.

In Francia le protesi rotte sono circa 4100 con conseguenza sulla salute anche gravi: reazioni infiammatorie e tumori forse generati dalle stesse protesi difettate. E per precauzione già 11 mila donne francesi si sono sottoposte ad nuova operazione per l’espianto preventivo.

Un vero scandalo sanitario che ha messo in allarme tutte le donne aventi la protesi al seno.

Speriamo che il colpevole venga punito e che, d’ora in poi, i controlli sanitari risultino più approfonditi.

Fonte: Repubblica.it

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬

Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente