Le “puppy mills” sono delle vere e proprie fabbriche di cuccioli di cane: in esse si fanno nascere cani di qualsiasi razza che poi vengono spediti in tutta Europa per finire nelle fiere del cucciolo o nei negozi di animali. In quest’ultimi si trovano cani di razza a costi bassi proprio perchè provengono da queste prigionie senza scrupoli.

Ciò che avviene all’interno di queste strutture è di una crudeltà inaudita: le fattrici sono costrette ad accoppiarsi fin dal primo calore e questi calori vengono creati artificialmente in modo continuo mediante l’iniezione di ormoni per far nascere quanti più cuccioli possibili. Quando la fattrice non è più produttiva viene soppressa.

Anche ai maschi non va meglio: trascorrono la loro vita legati e sono considerati solo per il momento dell’accoppiamento. A 4-5 anni sono “vecchi” e anche loro vengono soppressi.

I cani nelle puppy mills sono unicamente delle macchine per creare guadagno, non hanno diritti, non sono niente. Puri oggetti nelle mani nell’uomo. Le condizioni igieniche-sanitarie in cui vivono gli animali sono pessime ed è diffusa la malnutrizione.

I cuccioli vengono allontanati dalle madri ad appena 30-35 giorni di vita e vengono venduti ai commercianti ad un prezzo davvero basso: 30 o 40 euro. Il loro viaggio poi per giungere nei vari negozi di animali sparsi in tutta Europa è tremendo: sono sistemati in gabbie per uccellini anche per diversi giorni e spesso muoiono per il caldo o per la fame.

Cosa possiamo fare noi?

Rifiutiamoci di acquistare un cane di razza a prezzo basso e di età non troppo giovane. E ancor meglio non rechiamoci nei negozi di animali ma liberiamo i canili dei nostri paesi! A tal proposito leggete l’articolo Cani in negozio, ecco perchè non comprarli

Fonte: www.bergamonews.it

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬

Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente