Silvano Toniolo è un pensionato di 80 anni. Circa otto mesi fa è rimasto senza un tetto sotto il quale abitare. Persa la casa ha deciso di sfruttare la sua tessera per viaggiare gratis in treno ottenuta da una sua parziale invalidità avvenuta in seguito ad un ictus.

E così la sua casa è il treno. Viaggia tra una meta e l’altra e conosce tantissime persone.

Questi i racconti delle sue avventure: “Quest’estate ero in uno scompartimento con un gruppo di ragazze, una ha preso la chitarra e ci siamo messi a cantare tutti insieme”. E ancora ricorda: “Un mese fa ho viaggiato da Torino a Cuneo con gli Alpini, erano tanti, avevano occupato l’intero vagone. Hanno stappato un fiasco di vino, io avevo del salame e abbiamo fatto merenda”.

Non ha parenti in vita ma riesce a sfruttare ogni tanto qualche invito a pranzo o a cena da amici in una vera casa.

La sua richiesta di avere un alloggio popolare è stata accettata ma ancora non gli è stato consegnato l’appartamento e, così, fino ad allora vivrà viaggiando in treno.

Ci tiene a precisare: “Non mi sono mai fermato a dormire in stazione, piuttosto viaggio di notte, scendo a fine corsa e risalgo su un altro treno in coincidenza”. Una vita non certo semplice per questo coraggioso pensionato ma di certo un esempio da seguire: di fronte alle difficoltà non si è abbattuto ma ha cercato di affrontarle mediante le poche risorse che aveva.

Fonte: Corriere.it

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬
Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente