Rossano Ercolini, maestro lucchese di 58 anni, è il fondatore del movimento «Rifiuti Zero» : associazione che è riuscita a portare negli ultimi anni ben 117 comuni italiani alla chiusura  dei propri inceneritori e a convertirli al riciclaggio dei rifiuti. Un vero successo che lo ha portato a vincere un premio davvero ambito e riconosciuto a livello internazionale:  il Goldman Environmental Prize 2013 è paragonato infatti al Nobel per l’ambiente.

La giuria dell’ambito premio ha deciso di premiare Ercolini perchè “quando sentì parlare dei progetti di edificazione dell’inceneritore nel suo Comune, ritenne di avere la responsabilità, come educatore, di proteggere il benessere degli studenti e di informare la comunità in merito ai rischi dell’inceneritore e alle soluzioni per la gestione sostenibile dei rifiuti domestici del paese”. Ha insegnato ai suoi alunni a riciclare la carta e ha fatto sostituire nella scuola in cui lavora bottiglie e posate di plastica con bottiglie e posate riutilizzabili.

Questa la dichiarazione del vincitore: “Sono sotto choc. Sapevo che il mio lavoro era conosciuto e seguito da molti, ma non pensavo che lo fosse anche a livello internazionale”.

Il 27 marzo scorso è stata depositata in Corte di Cassazione la legge popolare «Rifiuti Zero» finalizzata alla riorganizzazione e gestione dei rifiuti in modo sostenibile e attivo. Per saperne di più e poter firmare a favore di questa legge cliccate qui.

Fonte: Corriere.it

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬
Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente