Una scoperta tutta italiana e di un’importanza davvero enorme. Però i media non diffondono, come si dovrebbe, la notizia.

Due ricercatori dell’Università di Urbino, Mirco Fanelli e Vieri Fusi, sono riusciti ad arrivare a risultati incredibili nella lotta contro i tumori: hanno scoperto una molecola definita anti-tumore in grado di spingere ad un vero e proprio “suicidio” le cellule malate.

I due studiosi hanno modificato chimicamente la molecola del maltolto (sostanza naturale contenuta in molti alimenti come nel malto, nella cicoria, nel cocco e via dicendo) e sono riusciti a sviluppare così una nuova classe di molecole con funzione antitumorale.

Questa la dichiarazione di Fanelli in merito agli studi effettuati: “le cellule, in risposta ai trattamenti, alterano dapprima la loro capacità di replicare e, successivamente, inducono un importante processo biologico che le conduce ad un vero e proprio suicidio”.

Questa scoperta ha ottenuto il brevetto nazionale ed è in attesa di ricevere anche quello internazionale. Lo studio è stato pubblicato su importanti riviste internazionali come il British Journal of Cancer ed il Journal of Organic Chemistry.

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬
Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente