Strepitoso!! Chi l’avrebbe mai detto che i cani fossero intenditori di musica? Guardate questo Golden Retriever invece, pare proprio apprezzare la musica che proviene dalla chitarra del suo padrone!!!

 

 

Ogni animale ha i propri gusti in fatto di musica e, piuttosto che veri e propri brani, gli animali hanno dei “toni” particolarmente preferiti.

Gli scienziati hanno definito queste particolari musiche come “specie-specifiche“: si tratta di note, toni, ritmi e percussioni che ricordano all’animale la propria specie oppure un rivale, rendendolo così particolarmente felice. Si può trattare di un rumore che imita lo stato di contentezza, come ad esempio le fusa del gatto, oppure delle piccole “sinfonia della preda”, soprattutto per stimolare i cani più curiosi.

E proprio i cani, in particolare, sembrano essere gli amici a quattro zampe più reattivi nei confronti di questi esperimenti sonori. È per questo motivo che il violoncellista David Teie, dopo l’esperimento di successo di “Music for cats”, si sta concentrando sull’animale più fedele all’uomo.

Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente