Gli ulivi secolari del Salento sono a rischio e così sono molte le critiche arrivate sulla proposta di modifica della legge regionale 14 per la “Tutela e valorizzazione degli ulivi monumentali della Puglia” che nei giorni è stata presentata dal consigliere regionale del Pdl, Massimo Cassano.

In base alla modifica di legge sembra che si potrà introdurre un termine di 60 giorni per rilasciare le autorizzazioni all’ espianto e allo spostamento delle piante e questo non piace alle associazioni ambientaliste visto che dopo il termine e l’ ente o il privato “potranno spostare e rimpiantare nella stessa proprietà gli alberi monumentali” e questo potrebbe prtare ad un disboscameto radicale. Il Coordinamento civico apartitico per la tutela del territorio e della salute del cittadino e il Forum ambiente e salute del Grande Salento stanno già elaborando una raccolta firme per blindare la legge e allargarla anche alle piante del Vicino oriente.