Cubetti di ghiaccio: sono pieni di batteri fecali

Per fortuna che quando ordino da bere specifico sempre il “senza ghiaccio“, un po’ perchè non mi piacciono le bibite troppo fredde, un po’ perchè come leggerete di seguito i cubetti di ghiaccio sono davvero un mix di batteri peggiori di quelli che si possono trovare nell’acqua dello stesso bagno.

La scoperta è stata fatta da un ragazzino americano di soli 12 anni che ha svolto un progetto scolastico di scienze in cui si evidenzia come l’acqua che compone i cubetti di ghiaccio serviti insieme alle bevande, nei fast-food, sia più sporca e piena di batteri che non l’acqua prelevata dai bagni degli stessi ristoranti.

Il ragazzino ha prelevato dei cubetti dal fast food e dell’acqua dal water dello stesso locale, e lo ha fatto per più locali in giro per la Florida del sud.

I campioni prelevati sono poi stati portati alla University of South Florida per farli analizzare e i risultati allarmanti non sono tardati ad arrivare, in quasi tutti i campioni di acqua proveniente dai cubetti di ghiaccio è stato riscontrato il batterio E. coli, ovvero il ceppo dei batteri fecali, agente patogeno responsabile di tantissime infezioni in tutto il mondo.

Nonostante il batterio nell’acqua dei cubetti, gli esperti sembrano non preoccuparsene e dicono che comunque la probabilità di ammalarsi sono le stesse che si hanno quando si va in bagno. 

Però se io mi aspetto di trovare i batteri fecali in bagno, non mi aspetto di trovarli nelle bibite, la loro presenza infatti è dovuta ad una scarsa igiene di coloro che maneggiano il ghiaccio e che dovrebbero pulire la macchina che lo produce.

E’ anche vero che la ricerca è svolta in America ma voi siete sicuri che la pulizia e l’igiene degli americani sia inferiore alla nostra? Io a scanso di equivoci continuo a bere la mia bibita senza ghiaccio, fa anche meglio alla salute e alla digestione. E non dimenticate che qualche anno fa uscì una ricerca sulle noccioline degli aperitivi dei bar… la maggior parte era contaminata da urina… si scoprì che la causa era che chi andava in bagno non si lavava poi le mani e le intingeva nelle arachidi!!

 

Volete essere sempre aggiornati su risorse ecologiche, animalismo, idee di riciclaggio, temi equosolidali e temi etici? Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente

Potete memorizzare il nostro sito per averlo sempre a portata di mano e non perdervi mai una novità cliccando QUIe poi su aggiungi ai preferiti del vostro browser

Se avete trovato l’articolo interessante e in qualche modo utile cliccate su “mi piace” per diventare Fan e e condividete con gli amici attraverso il vostro social preferito (trovate le icone in fondo alla pagina)!

Valeria Bonora

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Valeria Bonora il 24/03/2013
Categoria/e: Notizie, Primo piano.

Sono eclettica, sempre alla ricerca di cose nuove, amo l’arte in ogni sua forma e gli animali. Mi piace leggere, scrivere e fotografare, ma soprattutto amo comunicare e trasmettere “qualcosa”. ~ “Tutti sono stati bambini. Ma pochi di essi se ne ricordano” ~ [Antoine de Saint- Exupéry]

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655