A Siena dal 1° Aprile 2013 avrà inizio lo sterminio delle volpi. Un’uccisione legalizzata poichè rientra nelle così dette  “attività di controllo”  della fauna giustificate da motivi quali la sovrappopolazione, i danni all’agricoltura o alla fauna selvatica, il rischio sociale.

In questo caso il nemico è la volpe, animale schivo che ha la sfortuna di ostacolare talvolta  l’uomo durante la ricerca di cibo. Cacciando, infatti, può uccidere conigli selvatici ma anche di allevamento, destinati al consumo dell’uomo.

Se  l’Ufficio Risorse Faunistiche della Provincia di Siena non ripenserà a questa sua terribile decisione, le volpi saranno sterminate in modo davvero brutale: i cani da caccia fiuteranno in ogni dove e scaveranno nelle tane delle volpi  per infilarvisi e sbranare sia i cuccioli che i loro genitori mentre a chi fugge sarà riservato il fucile.

La tana rappresenta per ogni animale il luogo più sicuro e questa violenza dell’uomo è inaccettabile ed ingiustificabile…

Volete essere sempre aggiornati su risorse ecologiche, animalismo, idee di riciclaggio, temi equosolidali e temi etici? Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente

Potete memorizzare il nostro sito per averlo sempre a portata di mano e non perdervi mai una novità cliccando QUI e poi su aggiungi ai preferiti del vostro browser

Se avete trovato l’articolo interessante e in qualche modo utile cliccate su “mi piace” per diventare Fan e e condividete con gli amici attraverso il vostro social preferito (trovate le icone in fondo alla pagina)!