Le autorità di frontiera cinesi hanno fermato alcuni prodotti alimentari appartenenti al gruppo svedese Ikea in transito alla dogana a causa di parametri non idonee nelle analisi sanitarie.

L’Ikea si è vista così costretta a fermare la vendita dei «dolci al cioccolato». Si sarebbero trovati colibatteri fecali nelle tortine al cioccolato: immediato il ritiro del prodotto in 23 Paesi.

Questi batteri rappresentano solitamente una spia di una contaminazione fecale, anche se non sempre è così. Una portavoce dell’azienda svedese ha dichiarato che è necessario conoscere i livelli quantitativi dei batteri sotto accusa poichè una minima presenza non è pericolosa per la salute pubblica.

Le autorità cinesi hanno distrutto quasi due tonnellate di torte al cioccolato Ikea proprio perchè contenenti questi batteri. In passato era accaduta una cosa simile anche per i formaggi della Kraft e per le barrette al cioccolato della Nestlé: decine di prodotti andati al macero da parte delle autorità di frontiera cinesi perchè accusati di essere scaduti o di avere livelli eccessivi di concentrazioni batteriche, metalli pesanti, additivi o sostanze proibite.

Fonte: Corriere.it

Volete essere sempre aggiornati su risorse ecologiche, animalismo, idee di riciclaggio, temi equosolidali e temi etici? Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente

Potete memorizzare il nostro sito per averlo sempre a portata di mano e non perdervi mai una novità cliccando QUI e poi su aggiungi ai preferiti del vostro browser

Se avete trovato l’articolo interessante e in qualche modo utile cliccate su “mi piace” per diventare Fan e e condividete con gli amici attraverso il vostro social preferito (trovate le icone in fondo alla pagina)!