La spettacolare vita dei pinguini ridotta a pagliacciata nei parchi acquatici

pinguini1

Durante le feste, soprattutto quelle natalizie, ogni anno le città si trasformano e diventano meravigliose: mille luci colorate, tanta gente sorridente che passeggia, poche automobili e, nelle piazze, la vita è palpabile.

Ci liberiamo della nostra abitudine di essere automi, torniamo umani e, anche se solo per pochissimi giorni, godiamo nuovamente di tutto quello che si trova intorno a noi.

Ma mentre tutto sembra scorrere perfetto, i centri commerciali, già terrificanti di per sé, vengono invasi da circhi acquatici che invitano i bambini a vedere “tanti amici animali”.

Bisogna avere un bel coraggio per chiamare “amici” i propri schiavi, e una grande mancanza di umanità per coinvolgere i bambini che, ignari, vengono completamente raggirati dai loro stessi genitori.

E a farne le spese, ad esempio nel circo acquatico di Palermo, in questi giorni molto pubblicizzato, sono animali come i pinguini.

circo_acquatico

Forse sono animali troppo lontani da noi per poterli amare davvero, ma se provassimo a conoscerli potremmo toglierci dalla testa l’idea che sono buffi, goffi e simpatici, perfetti per esibirsi e divertire un pubblico, e inizieremo a stupirci invece della complessità del loro essere.

Non vivono in gruppi, ma fondano vere e proprie comunità, sono centinaia, e, praticamente come noi, divisi in popolazioni, proteggono quel che rimane della loro natura da troppo tempo in pericolo a causa dell’uomo.

Amano profondamente i propri figli, forse perché non producono tante uova con l’aspettativa che ne sopravvivano pochi, come accade a tante specie, infatti l’uovo è soltanto uno, e uno sarà il cucciolo che uscirà da lì mentre entrambi, la mamma e il papà, aspettano emozionati.

È curioso pensare che il piccolo di pinguino è nato da una vera e propria unione d’amore, da una coppia formatasi dopo un meraviglioso corteggiamento fatto di pose e richiami che, se ci pensiamo un momento, potrebbero essere per noi uomini posizioni sensuali e canti d’amore.

Ogni figlio è tanto amato che la morte di questo è una vera tragedia, insopportabile per i genitori, e la disperazione di questa madre distrutta dal dolore ne è la prova in questo VIDEO  e l’immagine che segue.

mama-pinguino

Ma può capitare ai più piccoli se non sono abbastanza protetti dai grandi, perché servono alcuni mesi prima che questi imparino a conservare tutta l’energia necessaria per evitare il congelamento; è grazie a quel buffo modo di muoversi che trattengono grandi quantità di calore, e così la natura li protegge insegnandogli ad oscillare, quasi battessero il tempo della loro vita, come un pendolo o un metronomo e danzano così la loro quotidianità.

Riusciremo a far conoscere ai nostri figli questi pinguini? Mostreremo loro la vera natura di ogni essere vivente insegnandogli così le vere leggi del mondo? I bambini non meritano le nostre bugie, e sappiamo bene che, se davvero sappiamo cos’è il rispetto, nessun circo dovrebbe avere la possibilità di esistere.

Per approfondire il meraviglioso mondo dei pinguini vi consigliamo di guardare lo spettacolare documentario La marcia dei pinguini.

Gaia Di Giovanni

Gaia Di Giovanni

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Gaia Di Giovanni il 19/10/2011
Categoria/e: Animalismo, Primo piano.



Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655