Da domani 16 febbraio entra in vigore la legge Cossiga-Andreotti del 29 Gennaio 1992 n.113: ogni Comune Italiano avrà l’obbligo di piantare un albero per ogni bambino nato o adottato nel territorio entro i sei mesi dal giorno della nascita o dell’adozione.

Un’iniziativa meravigliosa messa in atto per risolvere o almeno alleggerire la drammatica situazione ambientale odierna: secondo i dati dell’Ispra (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) viene registrata la perdita di 8 metri quadrati di suolo verde al secondo!

E così l’Unione Europea ha deciso di correre ai ripari creando questa iniziativa denominata “Gaia”.

Gli alberi sono la nostra salvezza: forniscono ossigeno per 10 persone, assorbono, a seconda delle dimensioni, da 7 a 12 kg di emissioni di CO2 all’anno e riducono anche l’inquinamento acustico.

Ogni comune è libero di scegliere la specie di albero più adatta al clima, al terreno e al paesaggio in cui verrà piantato. E ogni famiglia verrà informata riguardo la pianta assegnata ed il luogo scelto per posizionarla. In questo modo gli alberi potranno assumere anche un forte valore emotivo! E pianta e bambino cresceranno davvero insieme!

Un bel gesto per festeggiare la vita!

Volete essere sempre aggiornati su risorse ecologiche, animalismo, idee di riciclaggio, temi equosolidali e temi etici? Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente

Potete memorizzare il nostro sito per averlo sempre a portata di mano e non perdervi mai una novità cliccando QUI e poi su aggiungi ai preferiti del vostro browser

Se avete trovato l’articolo interessante e in qualche modo utile cliccate su “mi piace” per diventare Fan e e condividete con gli amici attraverso il vostro social preferito (trovate le icone in fondo alla pagina)!