“Girlfriend in a Coma” è un film-documentario sull’Italia realizzato dall’ex-direttore dell’Economist Bill Emmott insieme alla giornalista italiana Annalisa Piras.

Il film doveva essere proiettato il 13 Febbraio a Roma, ma il Ministero delle Attività culturali ha deciso che l’appuntamento verrà slittato ad una data da definirsi dopo le elezioni.

Questa la dichiarazione ufficiale riguardo alle disposizioni che “non consentono di ospitare nello spazio del museo qualunque iniziativa che possa essere letta secondo connotazioni politiche, nell`imminenza della competizione elettorale”.

L’intenzione di Emmott è quella di voler creare una “una campagna per svegliare l’Italia”. Queste le sue parole: “Corruzione, poteri occulti, monopolio dei media… davvero troppo per la democrazia”.

All’interno del documentario sono presenti interviste a numerosi personaggi del mondo politico e sindacale, del cinema, dell’imprenditoria come John Elkann, Sergio Marchionne, Emma Marcegaglia, Vittorio Colao, Susanna Camusso.

Sky ha deciso di mettere il film in programmazione per il 15 febbraio.

C’è la possibilità di aderire alla petizione per dire no alla censura cliccando qui.

Per vedere il trailer andate al seguente link http://www.youtube.com/watch?v=AKCeTH_7VHY