L’elefantino che ha commosso il mondo è stato adottato

Ricorderete sicuramente l’immagine che ha fatto il giro del mondo commuovendo milioni di persone, la foto che mostrava Joe, l’elefantino pigmeo, che cercava di risvegliare la mamma morta.

Mamma perchè non ti svegli?

 

Per fortuna per Joe un ragazzo di 29 anni della riserva naturale, ha deciso di adottarlo e diventare la sua nuova “mamma”.

Una nuova mamma per Joe

L’angoscia che provava Joe mentre cercava di rianimare la madre morta lo avrebbe sicuramente portato a morire di crepacuore, o comunque di fame, Joe è troppo giovane per sopravvivere da solo, così i funzionari della fauna selvatica hanno deciso di aiutarlo.

Nonostante le cure durate 24 ore nella riserva naturale per prendersi cura di lui, gli esperti temevano Joe sarebbe comunque morto di crepacuore

Il piccolo Joe e il suo nuovo amico hanno formato un legame straordinario

Per fortuna i custodi hanno trovato una formula speciale di latte che soddisfa le esigenze nutrizionali di Joe, e poi gli hanno trovato Augustin David che è letteralmente diventato la sua  madre surrogata.

Come ogni genitore, Agostino affronta un calendario estenuante che richiede di alimentare Joe ogni due ore, per tutta la notte, con il mix particolare di latte artificiale.

L’ora della pappa!

Augustin parla di Joe proprio come di un figlio: Ha simpatie e antipatie chiaro, ama succhiare i pollici delle persone proprio come un bambino umano, lo calma. 

Un po’ di “ciuccio” umano… mi piace!

Ma non gli piacciono le docce, quindi lo dobbiamo lavare nella sua gabbia. Al momento sta cambiando la pelle e che gli piace a sfregarsi contro qualsiasi cosa perché ha prurito.

Noooo il bagnetto no!!!

Per ora Joe sembra adattarsi abbastanza bene alla vita tra gli esseri umani dopo la morte di sua madre ma è ancora troppo presto per dire con certezza se l’elefante sopravviverà al suo calvario.

Uffa non voglio lavarmi!!

Joe vuole sempre essere al centro dell’attenzione e quando Augustin non gli dedica le giuste attenzioni Joe gli da calci e gomitate: E’ attivo, giocoso e impertinente

Hey giochiamo?!?!

La veterinaria che supervisiona il recupero di Joe, la Dr Diana Ramirez, ha detto al Daily Mail: ‘Egli è lontano dalla sicurezza ancora. E’ troppo presto per essere sicuri che ce la farà – a volte elefanti possono morire all’improvvisoSono molto inclini a coliche che possono essergli fatali. Una volta che ha superato i sei o sette mesi, potremo essere più tranquilli. Ma Joe ha chiaramente una forte volontà di sopravvivere.

Giochiamo giochiamo giochiamo!!

Circa due terzi della popolazione al mondo di elefanti pigmei del Borneo si trovano in Malaysia.

Le indagini sono ancora in corso per scoprire ciò che ha ucciso i 14 elefanti adulti, tra i quali anche la mamma di Joe, e se sono stati uccisi deliberatamente, da una contaminazione accidentale o un’infezione. La scorsa settimana è stato affermato che i lavoratori delle piantagioni di palma olio erano responsabili per l’avvelenamento degli animali.

Un po’ di ginnastica per tenersi in forma!

Gli esperti ritengono che gli elefanti abbiano potuto mangiare le sostanze tossiche usate per tenere lontano i “parassiti” delle colture. 

Gli elefanti pigmei vivono sulla terra nel Rara Gunung Forest Reserve, che è molto vicino alla zona dei giacimenti petroliferi.

Tutti gli animali che sono morti avevano ancora le loro zanne e nessuno aveva ferite da arma da fuoco, il che indica che i bracconieri non ne erano responsabili.

In cerca di cause della morte

Il futuro? Joe è probabilmente vivrà per sempre nei 280 ettari di parco perchè gli elefanti salvati spesso hanno difficoltà ad adattarsi alla vita in natura. Ma non sarà solo, nella riserva abitano altri 16 elefanti slavati da ferite o orfani.

Voglio fare un giro in moto!!!!

 

Volete essere sempre aggiornati su risorse ecologiche, animalismo, idee di riciclaggio, temi equosolidali e temi etici? Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente

Potete memorizzare il nostro sito per averlo sempre a portata di mano e non perdervi mai una novità cliccando QUIe poi su aggiungi ai preferiti del vostro browser

Se avete trovato l’articolo interessante e in qualche modo utile cliccate su “mi piace” per diventare Fan e e condividete con gli amici attraverso il vostro social preferito (trovate le icone in fondo alla pagina)!

Valeria Bonora

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Valeria Bonora il 06/02/2013
Categoria/e: Animalismo, Primo piano.

Sono eclettica, sempre alla ricerca di cose nuove, amo l’arte in ogni sua forma e gli animali. Mi piace leggere, scrivere e fotografare, ma soprattutto amo comunicare e trasmettere “qualcosa”. ~ “Tutti sono stati bambini. Ma pochi di essi se ne ricordano” ~ [Antoine de Saint- Exupéry]

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655