Donne Etiopi sterilizzate per entrare Israele

I contraccettivi iniettabili sono il metodo principale di pianificazione familiare in Africa sub-sahariana e hanno svolto un ruolo importante nel recente aumento della diffusione dei contraccettivi nella regione. L’Etiopia è il secondo paese più popoloso dell’Africa, con i più alti livelli di fertilità in zone rurali e tra le donne più povere e meno istruite. Le donne etiopi considerano i contraccettivi iniettabili il loro metodo preferito di contraccezione, non per questo devono essere costrette o ancor peggio imposto di nascosto.

Le donne Etiopi che emigrano in Israele vengono sottoposte a trattamenti medici contraccettivi forzati o fatti passare per normali vaccinazioni.

La denuncia è stata fatta dopo che in un programma televisivo alcune donne etiopi hanno rilasciato delle interviste dove venivano denunciati i trattamenti sanitari israeliani. Una di queste donne ha detto: “In Israele, otto anni fa, mi hanno iniettato il Depo-Provera. Era considerato un requisito essenziale per poter entrare nello Stato ebraico”.

Oltretutto molte donne non sapevano a cosa stavano sottoponendosi, pensavano si trattasse di normali vaccinazioni, e non mancano le donne che dopo il trattamento con questo farmaco sono state male, continui mal di testa e dolori addominali.

Il Depo-Provera è farmaco estremamente intrusivo, solitamente prescritto per “le donne con disabilità mentale”, e anche qui ci sarebbe da disquisire sull’uso del farmaco, ma di sicuro non può essere un requisito per entrare in un paese. 

Tutti i farmaci hanno controindicazioni quindi è sempre meglio non utilizzarli, se poi vengono anche imposti, la libertà dove va a finire? Le donne dell’Etiopia sottoposte al trattamento venivano poi avvisate? E’ inaccettabile che nel ventunesimo secolo le donne possano ancora essere trattate come oggetti, senza libero arbitrio e sottomesse al volere di uomini.

Cosa ne pensate?

 

Volete essere sempre aggiornati su risorse ecologiche, animalismo, idee di riciclaggio, temi equosolidali e temi etici? Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente

Potete memorizzare il nostro sito per averlo sempre a portata di mano e non perdervi mai una novità cliccando QUIe poi su aggiungi ai preferiti del vostro browser

Se avete trovato l’articolo interessante e in qualche modo utile cliccate su “mi piace” per diventare Fan e e condividete con gli amici attraverso il vostro social preferito (trovate le icone in fondo alla pagina)!

Valeria Bonora

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Valeria Bonora il 30/01/2013
Categoria/e: Notizie, Primo piano.

Sono eclettica, sempre alla ricerca di cose nuove, amo l’arte in ogni sua forma e gli animali. Mi piace leggere, scrivere e fotografare, ma soprattutto amo comunicare e trasmettere “qualcosa”. ~ “Tutti sono stati bambini. Ma pochi di essi se ne ricordano” ~ [Antoine de Saint- Exupéry]

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655