Ciccio il cane che attende in chiesa il ritorno della padrona

Tommy  il pastore tesco di 7 anni conosciuto da tutto il paese come Ciccio, passa le sue giornate sul sagrato della chiesa di San Maria Assunta a San Donaci, dove due mesi fa hanno celebrato il funerale della sua padrona e con la quale era solito andare a messa tutti i giorni.

Maria Margherita Lochi, 57 anni, aveva sempre passato la sua vita a prendersi cura dei randagi del paese.


Ciccio sta sotto l’altare mentre il parroco dice messa o distribuisce la comunione ai fedeli, aspetta il ritorno della sua “mamma umana”. La sua storia commuove tutto il paesino, 7mila anime in provincia di Brindisi che conoscevano la sua padrona come “Maria te lu campu” perchè viveva vicino ad un campetto sportivo, nella periferia del paese.

La famiglia di Maria è composta dalla sorella che vive al Nord, sua mamma e suo papà scomparsi entrambi, era arrivata a San Donaci da bambina e dopo sposata aveva passato la sua vita a raccogliere ed accudire randagi e fra questi randagi il più amato era Ciccio che la accompagnava ovunque, porgeva la zampa per salutare e la attendeva educatamente fuori dal negozio quando lei andava a fare la spesa e la accompagnava a messa.

E Ciccio ha accompagnato Maria nel suo ultimo viaggio in chiesa, dove agli inizi di novembre don Donato Panna ha celebrato le esequie della donna. E’ stato allora che Ciccio, per la prima volta, ha varcato la soglia con l’aria mesta e il passo lento.

Il parroco non ha avuto cuore di cacciarlo via. “Ho da poco perduto il mio cane, investito da un’auto  –  racconta il sindaco Domenico Serioe qualche giorno fa mentre ero a passeggio con mia moglie mi sono imbattuto in Ciccio, abbiamo pensato subito di adottarlo. Quando lo abbiamo chiamato ci ha allungato la zampa, famigliare, ci siamo diretti verso casa e lungo il percorso gli si sono avvicinati il venditore di panini, il macellaio, ed altri. Mi sono insomma accorto che la gente dell’intero paese lo avevo già adottato, e non ho avuto cuore di strapparlo alla comunità. I bambini gli hanno anche trovato un posto dove dormire: Ciccio è insomma il cane di tutti“.

Volete essere sempre aggiornati su risorse ecologiche, animalismo, idee di riciclaggio, temi equosolidali e temi etici? Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente

Potete memorizzare il nostro sito per averlo sempre a portata di mano e non perdervi mai una novità cliccando QUIe poi su aggiungi ai preferiti del vostro browser

Se avete trovato l’articolo interessante e in qualche modo utile cliccate su “mi piace” per diventare Fan e e condividete con gli amici attraverso il vostro social preferito (trovate le icone in fondo alla pagina)!

 

Valeria Bonora

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Valeria Bonora il 16/01/2013
Categoria/e: Animalismo, Primo piano.

Sono eclettica, sempre alla ricerca di cose nuove, amo l’arte in ogni sua forma e gli animali. Mi piace leggere, scrivere e fotografare, ma soprattutto amo comunicare e trasmettere “qualcosa”. ~ “Tutti sono stati bambini. Ma pochi di essi se ne ricordano” ~ [Antoine de Saint- Exupéry]

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655