Allergie alimentari: 5 regole per stare tranquilli

Si sa, durante queste festività ci si ritrova a magiare un po’ ovunque, tra parenti e ristoranti, ma sopratutto ci si ritrova a mangiare cose unusuali, che a volte possono risultare anche pericolose epr la salute di chi è allergico.

Sopratutto se combinati fra di loro o con altri cibi, ce ne sono alcuni davvero a rischio come ad esempio  la frutta secca con guscio, come noci, arachidi, mandorle e nocciole, che se mangiati in piccole quantità possono anche non dare fastidi, ma se ingeriti in dosi maggiori possono provocare effetti collaterali anche molto gravi.

Sopratutto fate attenzione alla noce brasiliana , che viene consumata quasi esclusivamente nel periodo natalizio, che è responsabile di gravi reazioni anafilattiche.

Poi ci sono anche i crostacei ai quali fare attenzione, come aragoste, gamberi e gamberoni, spesso usati nella preparazione degli antipasti.

Chi soffre di allergie alimentari è meglio che questi alimenti li consumi il meno possibile per non incorrere in spiacevoli incidenti.

Per chi ha avuto shock anafilattici in passato il Prof. Oliviero Rossi, allergologo Consigliere della SIAIC, Società Italiana di Allergologia ed Immunologia Clinica ha qualche consiglio: «Per loro e’ indispensabile il salvavita, l’adrenalina con l’ausiliatore . Ma lo dovrebbe usare soltanto chi avuto reazioni gravi da pronto soccorso. Una percentuale che aumenta sempre di più: le reazioni gravi agli alimenti, quelli che portano le persone a rivolgersi al pronto soccorso, crescono di un 3% ogni anno. Questo perché c’è un incremento di questi alimenti manipolati, additivi e conservanti: li contengono il 90% dei prodotti in vendita al supermercato, che possono provare anche fenomeni simili a quelli allergici».

Quindi se volete evitare ulteriormente i rischi di crisi allergiche potete evitare di acquistare prodotti elaborati, ma orientarvi sui prodotti biologici.

Se invece soffrite di allergia ai pollini, Dicembre non è il mese così sicuro come pensate, difatti ci troviamo difronte la pollinosi dicembrina da cipresso, però è anche vero che interessa maggiormente le regioni in cui queste piante sono molto diffuse: “La pollinosi da cipresso, proprio per il periodo in cui si manifesta, viene spesso ritenuta un raffreddore invernale – ha detto il Prof. Cristoforo Incorvaia, allergologo Consigliere Siaic – La diagnosi può essere quindi tardiva e viene fatta se la persistenza dei sintomi nei mesi successivi, dato che il polline viene prodotto fino a primavera, e conduce il paziente dall’allergologo. Si verifica prevalentemente nelle regioni del centro-sud, dove si stima che 1 persona su 4 sia allergica, rispetto a 1 su 10 del Nord“.

Detto questo ecco 5 punti fondamentali ai quali fare attenzione durante le feste:

1) attenzione alle piante come la stella di Natale, l’Euphorbia pulcherrima, è imparentata con l’albero della gomma e quindi può provocare sintomi negli allergici al lattice

2) Massima cautela anche per l’albero di Natale, che libera le muffe cresciute su tronco e rami, capaci di causare rinite e asma. Prima di addobbarlo, lavate l’albero e asciugatelo con il phon

3) Fatevi prescrivere un test allergologico, la diagnostica molecolare aiuta a capire quanta probabilità c’è di incorrere in reazioni più o meno gravi

4) Evitate le medicine a base di erbe: per i soggetti allergici ci sono parti che possono essere pericolosissime per i pazienti, come gli integratori o i coadiuvanti per le diete, che contengono derivati di semi di frutta secca, o il miele, la pappa reale e il propoli

5) Portate sempre con voi degli antistaminici e, nei casi piu gravi, anche il salvavita.

 [fonte Greenme]

Volete essere sempre aggiornati su risorse ecologiche, animalismo, idee di riciclaggio, temi equosolidali e temi etici? Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente

Potete memorizzare il nostro sito per averlo sempre a portata di mano e non perdervi mai una novità cliccando QUIe poi su aggiungi ai preferiti del vostro browser

Se avete trovato l’articolo interessante e in qualche modo utile cliccate su “mi piace” per diventare Fan e e condividete con gli amici attraverso il vostro social preferito (trovate le icone in fondo alla pagina)!

Valeria Bonora

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Valeria Bonora il 28/12/2012
Categoria/e: Notizie, Primo piano.

Sono eclettica, sempre alla ricerca di cose nuove, amo l’arte in ogni sua forma e gli animali. Mi piace leggere, scrivere e fotografare, ma soprattutto amo comunicare e trasmettere “qualcosa”. ~ “Tutti sono stati bambini. Ma pochi di essi se ne ricordano” ~ [Antoine de Saint- Exupéry]

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655