Winner, l’ultimo orso polare dello zoo di Buenos Aires, è morto. Le ragioni della sua morte devono far riflettere tutti.

Questa la dichiarazione dei responsabili dello zoo riguardo il decesso dell’animale: “il suo temperamento, visto che è sempre stato molto nervoso, il forte caldo di questi giorni e i rumori per i fuochi di artificio della notte di Natale, tutti fattori che hanno reso difficile la sua termo-regolazione”.

In Argentina è piena estate e fa molto caldo: come può sopravvivere un orso polare in queste condizioni?

Winner era un orso di 16 anni, giovane quindi. Il veterinario dice che “godeva in genere di buona salute. L’orso è trovato morto all’interno del complesso, in cui c’è una piscina in cui l’animale nuotava per «raffreddarsi. Il fatto che fosse così nervoso di carattere rispetto agli altri orsi polari che ospitavamo nello zoo ha probabilmente influito sulla sua morte“.

La colpa non è quindi dell’uomo che per un suo capriccio ha sradicato questo animale dal suo habitat ma di Winner che aveva un brutto carattere: in fondo doveva solamente abituarsi al caldo, ai rumori assordanti, ad una prigionia crudele e insensata.

Fonte: Corriere.it