Viviamo di più ma siamo anche più malati

Sulla rivista medica britannica Lancet è stato pubblicato uno studio sulla salute del mondo: i dati raccolti provengono da ben 187 paesi. I risultati?

Rispetto al 1970 viviamo in media 10 anni di più ma siamo meno sani: trascorriamo molto più tempo a combattere malattie come il cancro, malattie cardiovascolari e il diabete.

L’aspettativa di vita è quindi aumentata ma la qualità in termini di salute è invece peggiorata.

Lo studio rivela inoltre un forte aumento delle malattie croniche, come per esempio i problemi mentali o le malattie muscolo-scheletriche. E invece una diminuzione dei decessi causati dalla malnutrizione e dalle problematiche legate al parto.

Ma in quale parte del mondo si vive di più? In Giappone: e soprattutto sono le donne giapponesi ad avere questo primato (la media di vita è davvero alta, circa 85 anni). Haiti invece detiene il triste primato per l’aspettativa di vita più breve: una media di circa 32 anni per gli uomini e di 43 per le donne.

L’aspettativa di vita media, e anche la sua qualità, dovrebbe essere simile in tutti i paesi del mondo: si riuscirà mai a far diventare ciò un diritto di ogni uomo?

Fonte: Corriere.it

 

Dott.ssa Elena Bernabè

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Dott.ssa Elena Bernabè il 15/12/2012
Categoria/e: Notizie, Primo piano.

Responsabile della redazione. Laureata in psicologia, appassionata di tematiche ambientali, animaliste ed equosolidali. Assetata di verità e disposta a tutto per ottenerla. Ama scrivere e creare in tutte le sue forme

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655