Gli architetti inglesi David Grunberg e Daniel Woolfson hanno creato una casa davvero particolare: si chiama “D*Haus” e l’edificio è in grado di cambiare forma in base alle esigenze climatiche riuscendo in questo modo ad ottimizzare i consumi energetici sia per quanto riguarda la luce che il riscaldamento.

Le configurazioni che può assumere questa eccezionale casa sono ben 8:  le trasformazioni si basano sul “Haberdasher’s Puzzle” di Henry Dudeney, un matematico che è riuscito a scoprire il modo di selezionare un quadrato riorganizzandolo in triangoli equilateri. Grazie a questi possibili 8 cambiamenti l’edificio risulta estremamente flessibile per adattarsi nel modo migliore al freddo o al caldo, alla luce o al buio.

Ma come è composta questa innovativa casa? Vi sono due camere da letto, un soggiorno a pianta aperta ed un bagno. Le mura esterne possono diventare esterne, la camera da letto può spostarsi su binari per raggiungere la parete di est per riuscire così a vedere in estate il sorgere del sole.

Una vera e propria idea rivoluzionaria, sostenibile ed affascinante.

I padri di questo edificio mobile dichiarano che è “il prodotto di una realizzazione matematica applicata: ispirato al puzzle di logica di Dudeney, ogni abitazione è in grado di adattarsi all’evoluzione dei modelli di vita del futuro”.