Liberati gli animali della fattoria degli orrori

La LAV vanta un nuovo traguardo importante nel suo curriculum, è riuscita a liberare tutti gli animali della fattoria di Signa!

Dopo le grandi emozioni di Green Hill, inauguriamo una nuova Piazza della Libertà, dedicata questa volta agli animali cosiddetti ‘da reddito’ o ‘da cortile’: cominceranno infatti a partire da domani i primi trasferimenti dei 152 animali dell’allevamento di Signa (Firenze), trovati in condizioni di grave degrado”.

Insieme a Striscia la Notizia la LAV aveva trovato macellazioni abusive, carcasse di animali lasciate a decomporsi, sporcizia,degrado, il tutto ripreso dalle telecamere quando per la prima volta entrarono nella cascina degli orrori.

 Il 6 Dicembre la LAV è stata nominata custode giudiziaria di circa 145 animali, tra bovini, capre, pecore, suini, polli, tacchini, e 7 cani, animali prigionieri, abbandonati fra i rifiuti, in strutture fatiscenti, spesso senz’acqua. Ora la cascina è sottoposta a sequestro preventivo su provvedimento del GIP del Tribunale di Firenze in seguito alla denuncia fatta dalla LAV.
I proprietari della cascina avevano anche avuto il coraggio di presentare ricorso contro il sequestro, per fortuna tale ricorso è stato rigettato del Tribunale del Riesame di Firenze, che ha permesso alla LAV di diventarne custode giudiziaria.

Comincia ora per tutti gli animali di Signa una nuova vita garantendo loro un’esistenza libera e dignitosa non come animali da alimentazione ma come animali membri di una famiglia con una loro socialità ed affettività – commenta Roberto Bennati, vicepresidente LAV –  La triste vicenda di Signa dimostra chiaramente che il maltrattamento è un sopruso che può riguardare tutti gli animali, anche gli animali “zootecnici”, come ormai stabilito da ampia giurisprudenza, e che è necessaria una nuova attenzione e una forte spinta all’applicazione di questa norma negli allevamenti intensivi del nostro Paese, dove spesso non vengono neanche applicate le norme minime di benessere e le relative sanzioni amministrative”.

Si tratta d

i una provvedimento estremamente  significativo, perché il Tribunale del Riesame ha ritenuto che lasciando gli animali al titolare dell’ azienda agricola, sussisteva il pericolo che si ripetessero episodi di macellazione abusiva in condizione di estremo pericolo per la salute pubblica, nonché condotte integranti il reato di uccisione, tenuto conto dell’incapacità gestionale e dell’ incuria perpetuata nei confronti degli animali – aggiunge Francesca Gramazio, dell’Ufficio legale della LAV – Ricordiamo che la macellazione di animali in violazione del decreto legislativo n. 333/98 può integrare il reato di uccisione di animale, secondo quanto disposto dall’art. 544 bis c.p.”.

Gli animali sono stati trasportati da Signa  presso strutture idonee nel Lazio e in Toscana e la LAV lancia un appello a candidarsi per l’affidamento, compilando il form sul sito LAV.

Per eventuali domande o chiarimenti si può scrivere a info@lav.it.

Chi non ha la possibilità di ospitare un animale può fare una donazione alla LAV, per contribuire alle spese di trasporto, mantenimento, e cure veterinarie, che l’Associazione sta sostenendo e sosterrà.

 Anche l’inviato di Striscia, Edoardo Stoppa,che è sempre impegnato nelle lotte contro i maltrattamenti, commenta il primo giorno della liberazione degli animali della cascina degli orrori e invita tutti a fare una donazione per aiutare la LAV a sostenere le spese per salvare questi e tanti altri animali.
[fonte  LAV]
Di seguito le foto del sequestro.

Volete essere sempre aggiornati su risorse ecologiche, animalismo, idee di riciclaggio, temi equosolidali e temi etici? Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente

Potete memorizzare il nostro sito per averlo sempre a portata di mano e non perdervi mai una novità cliccando QUIe poi su aggiungi ai preferiti del vostro browser

Se avete trovato l’articolo interessante e in qualche modo utile cliccate su “mi piace” per diventare Fan e e condividete con gli amici attraverso il vostro social preferito (trovate le icone in fondo alla pagina)!

Valeria Bonora

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Valeria Bonora il 11/12/2012
Categoria/e: Animalismo, Associazioni, Notizie dalla Lav, Primo piano.

Sono eclettica, sempre alla ricerca di cose nuove, amo l’arte in ogni sua forma e gli animali. Mi piace leggere, scrivere e fotografare, ma soprattutto amo comunicare e trasmettere “qualcosa”. ~ “Tutti sono stati bambini. Ma pochi di essi se ne ricordano” ~ [Antoine de Saint- Exupéry]

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655