Inquinamento: possibile causa dell’autismo

I bambini nel grembo materno esposti all’inquinamento tramite la madre sembrano essere più inclini a sviluppare l’autismo. Il fattore inquinamento sarebbe cruciale anche per tutto l’anno di vita del bambino.

Questi i risultati di un recente studio dell’Università di Southern California pubblicato sulla rivista scientifica Archives of General Psychiatry.

L’inquinamento cittadino se intenso e costante può addirittura raddoppiare la probabilità di sviluppare l’autismo.

Cosa fare allora per proteggere il feto ed i bambini soprattutto nelle grandi città?

Leslie A. Richard,pediatra presso l’ospedale Children’s Hospital di Los Angeles, suggerisce: ” Se si è incinte, si può decidere di stare a casa o di restare lontano dai luoghi all’aria aperta nei giorni in cui c’è un alto tasso di inquinamento dell’aria”. Ciò lo si può fare seguendo i bollettini sulla qualità dell’aria.

Certo che non far uscire i bambini a giocare oppure essere obbligate a stare in casa perchè in gravidanza non è eticamente corretto! I nostri governi dovrebbero incentivare costantemente ed adeguatamente politiche per migliorare l’inquinamento!

Dott.ssa Elena Bernabè

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Dott.ssa Elena Bernabè il 28/11/2012
Categoria/e: Acqua, Ambiente, Inquinamento, Primo piano.

Responsabile della redazione. Laureata in psicologia, appassionata di tematiche ambientali, animaliste ed equosolidali. Assetata di verità e disposta a tutto per ottenerla. Ama scrivere e creare in tutte le sue forme

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655