Hippie: il nuovo libro di Paulo Coelho

Lotta perché è necessario lottare, è arrivato il momento del combattimento.
Lotta perché sei in armonia con l’universo, con i pianeti, i soli che esplodono e le stelle che si rimpiccioliscono e si spengono.
Lotta per seguire il tuo destino, senza pensare a guadagno o lucro, a perdite o strategie, a vittorie o sconfitte.
Non agire per una gratificazione personale, ma per la gloria dell’Amore Supremo che, anche se può offrire soltanto un fugace contatto con l’Universo, chiede una devozione totale: un semplice atto d’amore, null’altro.
Un amore senza obblighi o pretese. Un amore che gioisce per il semplice fatto di esistere e poter manifestarsi.” Hippie, Paulo Coelho

E’ il nuovo romanzo autobiografico di Paulo Coelho, Hippie, incentrato sulla sua avvincente vita. Un testo che si lascia leggere facilmente e che rivive i sogni di questa generazione di giovani idealisti.

All’epoca Paulo è un ragazzo brasiliano con un grande sogno nel cassetto, diventare scrittore, un sogno che coltiva pazientemente intraprendendo un viaggio di ricerca e crescita in giro per il mondo.

hippie

ACQUISTA IL LIBRO —> https://amzn.to/2m6uulh

Ma la vocazione per la scrittura e la sua vita alternativa non incontrano il favore dei genitori, molto rigidi, che lo vogliono studente di economia. A causa del suo animo ribelle viene internato in un reparto psichiatrico, dove viene addirittura sottoposto all’elettroshock.

Una volta uscito dall’ospedale, ha inizio un periodo di vagabondaggio alla ricerca di se stesso.

Sul treno della morte in Bolivia viaggia insieme alla sua prima ragazza, poi prosegue l’avventura tra Perù, Cile e Argentina. Finisce poi ad Amsterdam, città in cui incontra una nuova donna, Karla, che lo convince a raggiungere il Nepal a bordo del Magic Bus. Lungo il viaggio incontra nuovi amici e cambia prospettive, i suoi valori subiscono mutamenti, la sua vita ha nuove priorità.

Scopre l’amore, le droghe, amicizie poetiche e la passione per l’esoterismo, che tanto influenzerà il suo lavoro di scrittore.

Ad avvicinarlo a questo mondo è in particolare il poeta Raul Seixas, impegnato a lottare contro la dittatura militare. Ad Amsterdam nel 1982 Coelho incontra un nuovo maestro che lo avvicina al cattolicesimo tant’è che nel 1986 intraprende il famoso cammino di Santiago, raccontato nel libro omonimo del 1987.

La sua scrittura è ormai intrisa di realismo magico e di spiritualità e Coelho sta per diventare uno degli autori più famosi al mondo.

Paulo-Coelho

Foto di Marvin Zilm

Esce l’Alchimista ed è un flop, viene riproposto a distanza di tempo e diventa Best-Seller. Coelho prosegue sfornando libri intrisi di spiritualità, dal romanzo “Sulla sponda del fiume Piedra mi sono seduta e ho pianto” a “Veronika decide di morire”, da “Il diavolo e la signorina Prym” a “Il manuale del guerriero della luce”.

Fino ad “Hippie”, la sua ultima opera, in cui ripercorre la sua storia personale e quella della società dei suoi tempi. Un libro leggero e poco impegnativo ma interessante, soprattutto per chi ha a cuore l’autore.

Non mancano tra le pagine riferimenti e riflessioni sull’importanza della condivisione in perfetto stile Coelho: “È importante condividere. Per quanto possa apparire scontato, è fondamentale non lasciarsi condizionare dal pensiero egoistico di arrivare da soli alla fine del viaggio. Chi agisce in quel modo, scoprirà soltanto un paradiso vuoto, privo di interesse, e presto si ritroverà sopraffatto dalla noia.”

hippie

Valori quelli della pace e della libertà condivisi dal movimento Hippie, sviluppatosi negli Stati Uniti a partire dagli anni 60′ e poi diffuso in tutto il mondo, tanto da influenzare la musica, la tv, il cinema, l’arte, la letteratura.

Un movimento rivoluzionario che voleva opporsi al conservatorismo dei predecessori proponendo una nuova visione della vita, in contrasto con l’individualismo esasperato e lo stesso capitalismo.

Gli Hippie cercavano infatti di liberarsi dalle restrizioni sociali per seguire la propria vocazione autentica, in modo indipendente. Desideravano conquistare il rispetto dei diritti individuali mettendo in discussione l’autorità. Attraverso i loro abiti anticonformisti, spesso ispirati a indumenti non occidentali, tentavano di opporsi alla cultura di massa per veicolare un nuovo messaggio di pace e rispetto delle diversità. Consideravano il viaggio fondamentale per la crescita così come l’amicizia.

Al di là delle polemiche e delle inevitabili contraddizioni, gli Hippie hanno realmente influenzato la società con le loro dimostrazioni politiche e pubbliche, e con il loro esempio di vita alternativa, improntata a una maggiore libertà, alla pace, al rispetto per la natura. E’ in parte anche merito loro se oggi alcune tematiche “scottanti” sono state sdoganate, sia in ambito sessuale che religioso e culturale.

D’altra parte non sono mancate le strumentalizzazioni del loro pensiero, che è divenuto in tanti casi una banalissima moda, sta di fatto che un contributo a loro tempo lo hanno sicuramente portato. Chi ne condivide il pensiero, chi è semplicemente curioso e chi ama la scrittura di Paulo Coelho, rimarrà sicuramente conquistato da Hippie.

ACQUISTA IL LIBRO —> https://amzn.to/2m6uulh

 

Laura De Rosa

mirabilinto.com

Laura De Rosa

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Laura De Rosa il 10/07/2018
Categoria/e: Primo piano, Rassegna Etica.



Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail

SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2018 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655