Trasporto di scorie nucleari su strada questa notte dal Piemonte a Trieste

Oggi dei “materiali” partiranno dal Deposito nucleare di Saluggia alle 21 circa (a meno che il trasferimento non sia differito a venerdì prossimo, ma sembra alquanto improbabile). Poi entreranno in autostrada a Vercelli Ovest per dirigersi alla volta di Trieste. Qui una nave statunitense prenderà in carico il materiale per trasportarlo negli USA. Tappa tecnica verso le 3 del mattino a Desenzano sul Garda. I particolari sulle misure di sicurezza da adottarsi sono stati decisi nel corso di una riunione tenutasi la settimana scorsa in Prefettura a Vercelli, ma una denuncia arriva dal Movimento a 5 stelle (quello di Beppe Grillo tanto per intenderci) contro il trasporto di scorie nucleari che avverrà su strada dal Piemonte verso Trieste.

Condividendo le perplessità delle associazioni ambientaliste – dichiara Fabrizio Biolé, consigliere regionale Movimento 5 Stelle – anche noi sottolineiamo il paradosso della situazione: Saluggia, pattumiera nucleare italiana, pare essere anche una delle pattumiere nucleari europee, tant’é che le barre prossime al trasporto derivano da attività di ricerca condotte in Olanda“.

Biolè entra nei dettagli: “Il materiale in questione, pochi chilogrammi che contengono Uranio arricchito, viene trasportato (perché oggi?) negli Stati Uniti, mentre decine di tonnellate di materiale solido e liquido irraggiato giacciono da anni a pochi metri dal fiume Dora, senza che nessun governo abbia mai preso in mano responsabilmente la definizione del famoso deposito nazionale, che per legge avrebbe dovuto essere pronto il 31 dicembre 2008“.

Il consigliere Biolé critica “la cronica mancata informazione alla popolazione interessata dal passaggio. Su questo argomento, insieme a ProNatura e al Comune di Villarfocchiardo, già molti mesi fa abbiamo presentato un ricorso per l’impugnativa del Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri n.44 del 2006 e la delibera di Giunta Regionale 25-1404 del gennaio 2011, che non recepiscono le direttive Euratom sull’informazione preventiva ai cittadini. Ricordo che il Tribunale Amministrativo Regionale del Piemonte si è dichiarato non competente, demandando al TAR Lazio“.

Voi cosa ne pensate?

Volete essere sempre aggiornati su risorse ecologiche, animalismo, idee di riciclaggio, temi equosolidali e temi etici? Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente

Potete memorizzare il nostro sito per averlo sempre a portata di mano e non perdervi mai una novità cliccando QUIe poi su aggiungi ai preferiti del vostro browser

Se avete trovato l’articolo interessante e in qualche modo utile cliccate su “mi piace” per diventare Fan e e condividete con gli amici attraverso il vostro social preferito (trovate le icone in fondo alla pagina)!

Valeria Bonora

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Valeria Bonora il 07/11/2012
Categoria/e: Ambiente, Inquinamento, Primo piano.

Sono eclettica, sempre alla ricerca di cose nuove, amo l’arte in ogni sua forma e gli animali. Mi piace leggere, scrivere e fotografare, ma soprattutto amo comunicare e trasmettere “qualcosa”. ~ “Tutti sono stati bambini. Ma pochi di essi se ne ricordano” ~ [Antoine de Saint- Exupéry]

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655