In Gran Bretagna gli alimenti senza glutine sono al centro di un’accesa polemica.

Sono alimenti pensati appositamente per chi soffre di celiachia o di intolleranza al glutine ma negli ultimi tempi ha preso il via anche l’abitudine da parte di molte persone comuni di scegliere questa tipologia di prodotti perchè considerati leggeri e quindi dimagranti. In realtà le cose non stanno proprio così.

I ricercatori britannici hanno scoperto che i prodotti realizzati in modo da essere privi di glutine possono avere una quantità di grassi molto elevata, addirittura fino a cinque volte superiore ai prodotti normali. Questo accade perchè vi sono all’interno degli alimenti senza glutine dei grassi “nascosti” come i grassi vegetali idrogenati e l’olio di palma.

E’ quindi buona prassi controllare le etichette dei prodotti che acquistiamo così da preferire alimenti  più sani e leggeri e, abitualmente, scegliere cibi più naturali possibili: meglio quindi gli alimenti che naturalmente non contengono glutine come riso, mais e relative farine, grano saraceno, quinoa, legumi e tutta la frutta e la verdura piuttosto che prodotti confezionati e più elaborati.