Avete presente il lunedì? Si il giorno dopo la domenica, quello che di solito ci costringe ad alzarci presto, a fare tutto di corsa, ad andare al lavoro, a faticare, a incontrare il capo e la collega antipatica, il giorno in cui pure il caffè non è buono e che se una cosa può andare storta sicuramente andrà così? Ecco il lunedì c’è chi lo vive anche al martedì, la mercoledì e pure al giovedì… insomma sempre. E’ più uno stato d’animo, una nota di negatività, di perdita di energia vitale, di stanchezza e se anche voi vivete le vostre giornate come se fossero tutte dei lunedì allora forse è il momento di cambiare qualcosa nella vostra vita.

Energia Vitale

In pochissimo tempo è possibile trasformare i lunedì in venerdì, basta seguire alcuni semplici consigli e in pochissimo tempo ci si riscopre rinati. Possiamo organizzare questo processo in settimane tanto per dare un senso temporale alla cosa, ma non dobbiamo essere fiscali, cerchiamo di prendere anche questo alla leggera e se saran solo 3 giorni o 10 anziché una settimana andrà bene ugualmente, lo scopo infatti è quello di riattivare le proprie energie, quello di imparare a stare meglio con se stessi e quindi ognuno ha i propri tempi e i propri ritmi.

Tutto è energia e questo è tutto quello che esiste. Sintonizzati alla frequenza della realtà che desideri e non potrai fare a meno di ottenere quella realtà
~ Albert Einstein ~

Cominciamo quando ci sentiamo pronti, quando ci decidiamo che non vogliamo più vivere solo di “lunedì” ma vogliamo prendere la vita in mano e renderla magnifica.

Chiamiamo questi periodi come “tornate” di lavoro su se stessi, come dicevo sarete voi a sceglierne la durata, di solito una settimana da svolgere seguendo i passi suggeriti è la misura standard ma voi prendetevi il tempo che volete.

La prima “tornata” consiste nel lavorare su se stessi e sulle proprie abitudini:

Svegliarsi in anticipo sull’orario prestabilito, in questo modo avrete tutto il tempo di prepararvi con calma, assaporare la colazione in tranquillità e anche di svolgere qualche attività che normalmente non riuscireste a fare, come ad esempio un po’ di ginnastica, oppure leggere qualche pagina di un libro o ancora farsi un lungo bagno energizzante. In queste ore quando ancora tutto tace potrete godere di un momento tutto per voi e questo è importante per ritrovarsi e per dare una spinta alla propria autostima.

Energia Vitale

Cercate di alimentarvi con cibo sano e leggero e bevete molta acqua, in questo modo il vostro corpo inizierà ad eliminare le tossine e a riprendere quell’energia che ci è stata rubata dalla vita frenetica e dai cibi spazzatura consumati in fretta alla scrivania o nel fast food dietro l’ufficio. Preferite un frutto o una verdura (carote o finocchi sono rinfrescanti e saziano) agli snack, ricaricatevi con frutta secca coma noci o nocciole o anche con semi oleosi come quelli di girasole.

Iniziate uno sport, il corpo vi ringrazierà ma non solo, lo stress accumulato si scaricherà, sudando le tossine saranno eliminate con maggiore velocità e soprattutto vi sentirete più forti e pieni di energia. Lo sport è in grado di risvegliare l’energia vitale che si è sopita, e non sottovalutate una corsa nel parco o una bella corsa in bicicletta!

Qualsiasi cosa, se rimane a lungo uguale a se stessa, finisce per esaurire a poco a poco la propria energia.
~ Haruki Murakami ~

La seconda “tornata” servirà per ordinare quello che vi circonda:

Fate ordine in casa, le classiche pulizie di primavera, buttate il superfluo, lasciate andare il passato e quello che vi opprime, create spazi aperti, luminosi e magari cambiate anche i colori, preferendo colori chiari e luminosi. Aggiungete dei fiori profumati, cambiate la posizione dei mobili. Sembrano tutte sciocchezze ma proprio come un taglio di capelli anche una riorganizzazione degli spazi porta una ventata di freschezza e novità, spazzando via ansie e tensioni, stress e paure, dando energia e vitalità.

Energia Vitale

Potete leggere -> Purificazione della casa dalle energie negative: ecco come fare!

Queste pulizie di primavera non vanno fatte solo in casa, ma anche nella sfera privata, liberarsi delle persone negative è infatti un ottimo modo per recuperare energie!

Potete anche cercare di conoscere persone nuove, o riallacciare vecchie amicizie, ma è importante capire bene chi siano e come riconoscere i donatori di energia positiva!

 

La terza “tornata” servirà per organizzare:

Ogni sera prima di andare a dormire stilate una sorta di lista delle cose da fare per il giorno seguente, in modo che durante la notte non sarete assillate dai pensieri del giorno seguente, imparate a farlo sempre, scoprirete che il sonno sarà più ristoratore e privo di ansie. Inoltre in questo modo sarete più motivati nell’intraprendere la giornata che deve venire, seguendo un piano d’azione avrete sott’occhio le cose in maniera più chiara e potrete capire meglio se state facendo le cose giuste per voi.

Energia Vitale

Allo stesso modo dovete organizzare i vostri sogni, perché organizzare solamente impegni e doveri non basta, anche i sogni e i desideri devono avere il loro spazio ben preciso nella vostra vita, e soprattutto in questo modo avrete la possibilità di realizzarli. Prefiggersi un obiettivo e cercare di raggiungerlo è un ottimo metodo per spronarsi, ricordate solo di inseguire un sogno per volta in modo da non sovraccaricarvi nuovamente. Lavorare su un traguardo per volta e raggiungerlo vi farà ritrovare l’autostima e la vitalità che sembravano svanite.

La chiave che sprigiona l’energia è il Desiderio. È anche la chiave per una vita lunga ed interessante. Se vogliamo creare qualsiasi spinta, qualsiasi forza reale dentro noi stessi, dobbiamo diventare entusiasti.
~ Earl Nightingale ~

La quarta “tornata” servirà per osare:

In questa ultima fase dovreste già aver recuperato gran parte delle vostre energie vitali, la vostra vita dovrebbe aver raggiunto una tranquilla serenità ed è quindi ora di osare! Qui in questa tornata dovrete chiedervi “cosa potrei fare di diverso adesso?“… e farlo! Trasformate un momento di routine in qualcosa di diverso, un esempio banale? Sapete che per andare la lavoro dovete prendere l’auto o il bus… bene oggi prendete la bici! Vi piace il caffè con lo zucchero? Oggi bevetelo amaro. Piccole cose controcorrente che vi aiuteranno ad uscire dalla monotonia della vita.

Energia Vitale

Una volta che avrete cominciato ad osare allora potrete anche affrontare una paura, riconoscendola e affrontandola riuscirete a sconfiggerla e a superarla.

A questo punto sarete pronti per sconnettervi e riposarvi… Come? Si certo avete fatto molto in questo percorso per ricaricare le energie vitali, ora dovrete imparare anche a riposarvi, a dire che avete fatto abbastanza ed è ora di staccare la spina. Prendetevi un giorno libero e andate al mare, nel bosco, in una spa… spegnete il cellulare e rilassatevi!

Queste quattro “tornate”, come le ho definite, hanno la durata che scegliete, ma ricordatevi che il lavoro su voi stessi non termina qui, una volta imparato come fare dovrete ricaricarvi ogni giorno, non dovrete più lasciare che il lunedì vi assalga, dovrete essere sempre in grado di svoltare pagina e riprendere in mano la vostra vita. Ed  proprio per questo che ho scelto questo nome a queste quattro fasi, infatti “tornata” significa “Atto o situazione che si ripete periodicamente“, e quindi che dovete fare? Ripetere le tornate ogni volta che ne sentite il bisogno, metterle in pratica sempre, sono cicli di energizzazione da non abbandonare!

Articolo scritto da Valeria Bonora – valeria2174.wix.com
Immagini di Ryan McGuire.