Con i Piccoli Gesti si Diventa Grandi: La leggenda del Bambino e le Stelle Marine

Sembra una frase fatta ma il valore delle piccole azioni è forse il più grande, a volte basta un piccolo gesto per salvare qualcuno, per restituire un sorriso o per alleviare un dolore e la leggenda del bambino e le stelle marine insegna proprio questo: per cambiare il mondo, basta che qualcuno abbia il coraggio di incominciare a fare, anche un piccolo gesto.

leggenda del Bambino e le Stelle Marine

Una tempesta terribile si abbatté sul mare. Lame affilate di vento gelido trafissero l’acqua e la sollevarono in ondate gigantesche che si abbatterono sulla spiaggia come colpi di maglio. Ogni sferzata arò il fondo marino scaraventando le piccole bestiole del fondo, i crostacei e i piccoli molluschi, a decine di metri dal bordo del mare.

Quando la tempesta passò, rapida come era arrivata, l’acqua si placò e si ritirò. La spiaggia si presentò come una distesa di fango in cui si contorcevano nell’agonia migliaia e migliaia di stelle marine. Erano così tante che la spiaggia sembrava aver cambiato colore. Il fenomeno richiamò molta gente da tutte le parti della costa. Arrivarono anche troupe televisive per filmare i risultati dell’eccezionale fenomeno.
Le stelle marine erano quasi immobili. Stavano morendo.
Tra la gente, tenuto per mano dal papà, c’era anche un bambino che fissava con gli occhi pieni di tristezza le piccole stelle di mare. Tutti stavano a guardare e nessuno faceva niente.

All’improvviso il bambino lasciò la mano del papà, si tolse le scarpe e le calze, poi corse sulla spiaggia.
Si chinò, raccolse con le piccole mani tre piccole stelle del mare e, sempre correndo, le portò nell’acqua. Poi tornò indietro e ripeté l’operazione.
Dalla balaustra di cemento, un uomo lo chiamò:

Ma che fai ragazzino?
 “Ributto in mare le stelle marine! Altrimenti muoiono tutte sulla spiaggia!” – rispose il bambino senza smettere di correre.
 “Ma ci sono migliaia di stelle marine su questa spiaggia: non puoi certo salvarle tutte. Sono troppe!” – gridò l’uomo  “Questo sta succedendo su centinaia di altre spiagge lungo la costa! Piccolo, non puoi cambiare le cose!

Il bambino sorrise, si chinò a raccogliere un’altra stella di mare e rimettendola in acqua rispose:

Ho cambiato le cose per questa qui!

leggenda del Bambino e le Stelle Marine

L’uomo rimase un attimo in silenzio, poi si tolse scarpe e calze e scese in spiaggia per aiutare il bambino. Cominciò anch’egli a raccogliere stelle marine e a buttarle in acqua. Un istante dopo scesero due ragazze: così si trovarono in quattro a buttare stelle marine nell’acqua. Qualche minuto dopo erano in cinquanta, poi cento, duecento, migliaia di persone che, lungo tutta la costa, rimettevano le stelle marine nell’acqua del mare.

Questo bambino con il suo piccolo gesto ha cambiato le sorti delle stelle marine e ha dimostrato che se tutti facessero un piccolo sforzo molte più vite verrebbero salvate. La sua forza sta nella perseveranza e nell’empatia, due valori fondamentali per coloro che vogliono cambiare il mondo.

Tutti sanno che le grandi imprese cominciano sempre con un piccolo passo anche se spesso queste piccole azioni non vengono considerate o addirittura paiono inutili; bisogna imparare a guardare al valore di un gesto più che al risultato, solo così si può comprendere l’essenza del mondo.

All’inizio tutte le imprese risultano difficoltose e ricche di ostacoli, proprio come quella del bambino che tenta di salvare più stelle marine possibile, ma dando il giusto valore a quegli esseri indifesi il bambino ha insegnato anche ad altri la grandezza della sua piccola impresa.

Imparando a dare valore ai piccoli gesti si impara anche a comprendere il significato della fatica e a rafforzare il carattere, ignorando coloro che cercano di dissuadere dal cercare di realizzare i propri sogni anzi cercando di ispirare coloro che stanno intorno a fare un piccolo passo verso la riuscita.

Se si riesce a legare i propri sogni ai valori più che ai risultati sarà più semplice trovare la forza per proseguire verso la meta prefissata. Quando ci si concentra solo sul risultato la sconfitta e la frustrazione sono dietro l’angolo.

Articolo scritto da Valeria Bonora – valeria2174.wix.com

Valeria Bonora

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Valeria Bonora il 08/02/2018
Categoria/e: Primo piano, Rassegna Etica.

Sono eclettica, sempre alla ricerca di cose nuove, amo l’arte in ogni sua forma e gli animali. Mi piace leggere, scrivere e fotografare, ma soprattutto amo comunicare e trasmettere “qualcosa”. ~ “Tutti sono stati bambini. Ma pochi di essi se ne ricordano” ~ [Antoine de Saint- Exupéry]

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail

SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2018 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655