Luna blu del 31 gennaio: ecco perché sarà un evento straordinario

“È tutta colpa della luna, quando si avvicina troppo alla terra fa impazzire tutti.”

—William Shakespeare

“Blue Moon”: le origini della Luna blu

La Luna blu è un plenilunio molto particolare: mentre ogni stagione conteggia 3 pleniluni, capita che a volte ce ne siano 4; il quarto plenilunio di una stagione è quindi chiamato “Luna blu”. Il suo nome avrebbe origini anglosassoni e si riferirebbe al detto “Once in a blue moon”, l’omologo inglese del nostrano “ad ogni morte del papa”, per indicare un evento curioso e talmente improbabile da diventarne quasi impossibile e non il colore vero e proprio.

Luna blu

Il motivo di tale nome rimane ancora per lo più un enigma: alcuni avanzano l’ipotesi che la causa sia da attribuire ai calendari che coloravano di blu la seconda luna piena del mese, altri ad una storpiatura dal francese “double lune”. Eccoci giunti alla parte polemica della storia: in seguito ad un errore – in buona fede – di James Hugh Pruett nel 1947, che scrisse un articolo sulla Luna blu prendendo spunto dalla spiegazione – errata – dal “Maine Farm” almanacco  del 1937, la luna blu è slittata all’essere semplicemente la seconda luna piena nello stesso mese solare; per convenzione sociale, da allora è rimasto così .

Il mito che spiega i cicli del sole e della luna

I calendari lunari e solari sono diversi tra di loro perché il ciclo lunare è più breve rispetto al sole, ecco perché ogni tanto capitano questi eventi curiosi. Gli antichi Greci, ancora una volta, spiegavano questo fatto astronomico grazie ad un mito: quello della nascita di Artemide ed Apollo.

La nascita di Artemide ed Apollo

Secondo la Teogonia di Esiodo, Zeus innamorato di Leto, figlia dei Titani Ceo e Febe trasformò Leto, e se stesso in quaglie per unirsi a lei. Era, regina degli dei e moglie di Zeus, folle di collera per l’ennesimo tradimento del marito, decise di punire l’adulterio ordinando al leggendario Pitone, il serpente custode dell’oracolo di Delfi, di perseguitare Leto e scagliò una terribile maledizione su di lei: la donna non avrebbe potuto partorire su nessuna terra, fosse un continente u un’isola.

Leto riuscì a partorire a Ortigia, una terra appena sorta dalle acque, galleggiante, e quindi non soggetta alla maledizione di Era perché non un’isola vera e propria. L’ isola si sarebbe rivelata essere in realtà la sua sorella Asteria –‒ stella in greco ‒, trasformata in isola dall’insaziabile Zeus per averlo rifiutato. Leto partorì due gemelli ai piedi del Monte Cinto, facendo brillare la terra di una luce spettacolare, la prima a nascere fu Artemide, dea della Luna e della caccia, che subito dopo aiutò sua madre a portare alla luce suo fratello Apollo, il dio del Sole. Da allora, l’isola fu chiamata Delo, la luminosa.

galassia

Su questo mito ci sarebbe davvero molto da raccontare ma ci limiteremo al fatto che Artemide appena nata aiuta suo fratello nascere perché è già abbastanza grande da poterlo fare, la sua crescita è più veloce rispetto al suo fratello,che mette più tempo a venire alla luce. Infatti, un mese lunare sinodico ‒ durante il quale la luna compie un giro intorno alla terra per ritrovarsi nella stessa posizione rispetto alla Terra e al sole‒ dura 29,5 giorni, mentre quello siderale ‒ in cui la luna si riallinea alla terra ed una stella fissa ‒ dura poco più di 27 giorni, ben distanti dai 30 giorni dei mesi solari. È questa differenza tra cicli lunari e solari a creare eventi eccezionali come questo. Per far sì che si verificano di nuovo le stesse condizioni, bisogna aspettare molto, a volte secoli.

Perché sarà una Superluna?

Questa Luna sarà anche una superluna, termine coniato dall’astrologo Ricard Nolle, per indicare il perigeo. Bisogna ricordare che come per la Terra, l’orbita lunare non è proprio circolare ma ellittica e quindi giunge al suo apogeo ‒ il punto più lontano dalla Terra, a circa 406.740 km da noi ‒ dove ci appare più piccola del solito; quando invece la distanza che separa il satellite da noi è di circa 356.410 km, e ci sembra molto più grande, si parla di perigeo.

super luna

“L’astro delle notti, per la sua relativa vicinanza alla Terra, per lo spettacolo sempre rinnovantesi delle sue fasi, fin dai tempi più remoti ha condiviso con il Sole l’attenzione degli abitanti della Terra; ma il Sole abbacina la vista e lo splendore della sua luce obbliga i suoi ammiratori ad abbassare lo sguardo. La bionda Diana invece, più umana, si offre compiacentemente alla vista nella sua grazia modesta.”
—Jules Verne

L’eclissi che tingerà di rosso la Luna blu

Risale al 1866 l’ultima eclissi totale durante una Luna blu, purtroppo non sarà visibile dall’Italia ma solo in Nuova Zelanda, Nord America, Asia e Indonesia. Lo strano riflesso rosso che coprirà il volto della Luna, e che i più fortunati potranno ammirare, sarà dovuto alla la sua posizione: in perfetto allineamento con al Terra e il Sole, nel cosiddetto “cono d’ombra” del nostro pianeta; e  all’atmosfera terrestre.

eclissi lunare
Tuttavia, per i curiosi e gli appassionati di astronomia, sarà possibile vedere l’evento in live su The virtual Telescope Project 2.0

Cosa fare durante questa luna di transizione?

Questa luna, come l’abbiamo detto precedentemente, è un po’ singolare. Oltre al perigeo, che la rende più vicina a noi e ne aumenta l’influsso, ed all’eclissi totale, è anche un momento di transizione tra una lunazione e l’altra, tra la Luna del Lupo, che segnava il cuore dell’inverno, e la Luna del Seme, che indica un nuovo inizio. Non a caso il capodanno cinese, chiamato anche Festa della Primavera, comincia con il novilunio della prossima Luna, la Luna del Seme.

Questa Luna blu molto potente è quindi pregna di un’energia ambivalente, tra una fine ed un nuovo inizio, e rappresenta un attimo di pausa per riflettere e fare un breve bilancio della situazione, prima di cominciare a seminare nei diversi campi della nostra vita. Questa Luna ci invita alla riflessione profonda, all’introspezione, ci dà una grande opportunità per osservarci più accuratamente nel profondo per capire cosa vogliamo veramente compiere quest’anno.

plenilunio

“Una solitudine pura e una pace profonda. Le cose migliori che la luna possa offrire agli uomini.”
— Haruki Murakami

Potremmo quindi vedere questa Superluna come un’ottima possibilità per disfarci dei pesi del passato prima di entrare in un nuovo anno soli-lunare dove sia il sole che la luna hanno finito il loro ciclo e si apprestano a compierne uno nuovo, fianco a fianco.

“Quel satellite era sempre stato un prezioso alleato del genere umano. La sua luce era un regalo caduto dal cielo. Prima del fuoco, degli attrezzi, del linguaggio, la luna rischiarava il buio del mondo e calmava la paura degli uomini. Le sue fasi avevano insegnato agli umani il concetto di tempo.”
— Haruki Murakami

 

Sandra “Eshewa” Saporito
www.risorsedellanima.it

Sandra Saporito

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Sandra Saporito il 29/01/2018
Categoria/e: Notizie, Primo piano.

Autrice di numerose favole di guarigione e shamanic storyteller, Sandra "Eshewa" Saporito scrive per passione e per lavoro. Ha pubblicato il libro "Mitosofia. 7 favole per liberarsi dalla paura" e gli ebooks "Nonna Luna" e "C'era una volta...la storia della vita", favole per aiutare i piccoli a dormire e i grandi a sognare.

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail

SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2018 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655