Vaccini vietati: ecco le risposte del Ministero della Salute

4 vaccini dell’azienda Novartis sono ormai stati bloccati da giorni da parte del Ministero della Salute. Tanti i dubbi dei cittadini. Eccovi le risposte del Ministero alle domande più importanti.

1. Per quali vaccini antinfluenzali è stata disposta, cautelativamente, la sospensione d’uso, negli ultimi giorni?
Secondo quanto disposto dall’Agenzia Italiana del farmaco (AIFA) I vaccini in cui sono stati riscontrati dei problemi sono prodotti dalla ditta Novartis: Fluad (Novartis Vaccines and Diagnostics); Agrippal S1 (Novartis Vaccines and Diagnostics); Influpozzi sub unità (Novartis Vaccines and Diagnostics); Influpozzi Adiuvato (Novartis Vaccines and Diagnostics).

2. Come funzionano i controlli sui vaccini? 
Su tutti i farmaci vengono svolti test da parte delle ditte produttrici lotto per lotto e in alcuni casi, come per i vaccini, vengono effettuati successivamente controlli di Stato, condotti in Italia dall’Istituto Superiore di Sanità secondo procedure stabilite per legge e armonizzate a livello europeo. I controlli finali sui prodotti da immettere sul mercato sono basati su analisi di laboratorio. Come dimostrano i provvedimenti tempestivi assunti dal Ministero della Salute e dall’Aifa in questi giorni, il sistema di vigilanza funziona in maniera efficiente.

3. Cosa deve fare un soggetto vaccinato con uno dei vaccini bloccati?
Se non accusa alcun disturbo non è necessario fare nulla. In presenza di eventuali reazioni avverse, deve consultare il proprio medico per le valutazioni e terapie del caso e fare la segnalazione di reazione avversa. 

4. Ho acquistato una dose di vaccino Novartis ma non mi è stata ancora somministrata: come devo comportarmi?
E meglio non utilizzare i vaccini Novartis oggetto del divieto d’uso ma conservarlo, in idonee condizioni (in frigorifero a temperatura tra 2° C e 8° C. Non congelare. Tenere la siringa all’interno della scatola per proteggerla dalla luce), fino a quando non saranno completati gli ulteriori controlli in corso.

5. Sono già state ritirate molte dosi di vaccino. Ci sono problemi di approvigionamento? Nelle Asl ci sono vaccini a sufficienza per tutti quelli che ne faranno richiesta?
Certamente: in questo momento ci sono oltre sette milioni di dosi già disponibili, e nello sviluppo della campagna vaccinale (che termina a dicembre) ne saranno messe a disposizione altre. Il vaccino non mancherà per nessuno.

6. Quali reazioni avverse sono state segnalate per i vaccini della Novartis per i quali è stato predisposto il divieto di utilizzo?
I vaccini sono stati bloccati, solo a scopo precauzionale a seguito del riscontro di un difetto di qualità in una limitata percentuale. In ogni caso nella rete nazionale di farmacovigilanza non è stata inserita alcuna segnalazione di reazione avversa a vaccini antinfluenzali utilizzati nella stagione 2012-2013 fino alla data del 25 ottobre, inclusi i vaccini Novartis.

7. Quali reazioni avverse potrebbero insorgere qualora un soggetto avesse ricevuto un vaccino con il difetto riscontrato?
Si può ipotizzare un possibile aumento di reazioni locali (cioè nel sito di iniezione o in prossimità di esso) quali ad esempio rossore, gonfiore, dolore. Potrebbe anche verificarsi un aumento di reazioni sistemiche come, ad esempio, reazioni febbrili.

8. Entro quanto tempo si verificano le reazioni avverse dopo somministrazione di vaccini antinfluenzali?
Le reazioni locali si manifestano generalmente entro i primi giorni successivi alla vaccinazione. Le reazioni sistemiche più frequenti (ad esempio malessere generale, febbre, mialgie) si manifestano generalmente entro 6-12 ore dalla somministrazione del vaccino ed hanno una durata di 1 o 2 giorni.

Le risposte le potete leggere direttamente sul sito del Ministero della Salute al seguente link http://www.salute.gov.it/influenza/paginaFAQInfluenza.jsp?id=156&menu=strumentieservizi&numeroFaq=1#1

A noi sembra che ci sia l’intenzione di voler minimizzare l’accaduto: voi cosa ne pensate?

Dott.ssa Elena Bernabè

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Dott.ssa Elena Bernabè il 30/10/2012
Categoria/e: Notizie, Primo piano.

Responsabile della redazione. Laureata in psicologia, appassionata di tematiche ambientali, animaliste ed equosolidali. Assetata di verità e disposta a tutto per ottenerla. Ama scrivere e creare in tutte le sue forme

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655