Bablu Jatav, guidatore di risciò di Bharatpur, nord del Rajasthan, è rimasto da solo ad accudire la sua bimba di un mese: la moglie Shanti è morta di parto. In lui la gioia per la nuova vita ma anche e soprattutto il dolore e la disperazione per la perdita della moglie.

E’ dovuto tornare immediatamente al lavoro ma non avendo altri aiuti si è visto costretto a portarsi anche la piccola: lavora e contemporaneamente fa il papà.

Purtroppo però la neonata, che si chiama Damini, costretta a rimanere lunghe ore sotto il sole ed esposta a tutta quella polvere, ha provocato in lei una forte disidratazione. E’ stato necessario il ricovero in ospedale dove le è stata diagnosticata una forte anemia ed una polmonite.

La Bbc locale ha diffuso la storia di questo papà ed il mondo si è mobilitato per poterlo aiutare: aiuti economici principalmente ma anche parole di vicinanza e di solidarietà.

Speriamo che Bablu riesca a far fronte a tutte le difficoltà che la vita gli sta presentando e che soprattutto riesca a crescere nel modo migliore la sua amata piccolina, segno tangibile dell’amore che lo univa alla moglie Shanti.

Fonte: corriere.it