Vivisezione, sette mesi di carcere per il proprietario di un laboratorio illegale

Ci giunge dalla LAV la notizia che il Tribunale di Modena ha emesso una sentenza di patteggiamento nei confronti di R.C., titolare di un laboratorio illegale scoperto a Mirandola (Modena) a seguito dell’intervento della Guardia di Finanza coadiuvate delle Guardie zoofile della LAV, nel gennaio 2011. Per l’uomo è scattata la reclusione per sette mesi, mentre per gli animali, più di un centinaio tra cavie, topi, conigli e criceti, è intervenuto un provvedimento di confisca.

Un traguardo importante – commenta la LAV – Gli affidatari che hanno accolto gli animali dopo la terribile scoperta, potranno diventare finalmente adottanti a pieno titolo”.

Il laboratorio era usato per effettuare test sulla biocompatibilità e per testare i farmaci, sembra che in tutto ci siano state 1300 sperimentazioni e che siano stati testati 566 farmaci.

Un reato gravissimo, sia per le sofferenze inflitte agli animali sia per l’assenza di garanzie che un laboratorio clandestino può offrire alla collettività – afferma la LAVLa sentenza è particolarmente importante, non solo perché è la prima emessa in Italia per uno stabulario del tutto illegale, ma perché conferma che tutti gli animali sono oggi oggetto della normativa penale sul maltrattamento (legge 189 del 2004), senza distinzione alcuna, anche se oggetto di attività speciale, come in questo caso la sperimentazione animale”.

Siamo particolarmente soddisfatti perché si è trattata della prima operazione di polizia giudiziaria effettuata nel nostro Paese ad opera di Guardie Zoofile e Guardia di Finanza, che ha portato alla scoperta di un laboratorio per la sperimentazione animale non autorizzato e completamente sconosciuto, oltretutto in condizioni che definire precarie è un eufemismo – dichiara Ciro Troiano, Coordinatore Nazionale delle Guardie Zoofile della LAV che hanno indagato sulla struttura – Siamo riusciti, per la prima volta in assoluto, a fermare una sperimentazione illegale finalizzata a ottenere la certificazione per  prodotti e dispositivi medicali impiegati nel settore sanitario”.

A Giugno il Gip di Modena non aveva accettato la richiesta di patteggiamento perchè gli sembrava non proporzionata al maltrattamento fatto agli animali trattenuti nella struttura.

Una sentenza importante in un contesto intoccabile come la sperimentazione animale – afferma Michela Kuan, biologa, responsabile LAV settore Vivisezione – Purtroppo né la legge nazionale né quella europea pongono ad oggi (l’Italia recepirà a breve il nuovo testo comunitario) reali vincoli nel ricorso all’animale e mancano totalmente i controlli, quindi questo caso è unico perché ha permesso di aprire un varco in questo muro silenzioso sottolineando come le poche volte in cui sono entrate le telecamere negli stabulari, abbiano trovato situazioni illegali. Speriamo che questo caso faccia capire l’inutilità della sperimentazione animale, infatti negli anni di abusivismo nei quali ha operato la struttura, sono stati messi in commercio presidi medici basati di fatto, sulla sola sperimentazione clinica”.

La LAV da mesi sostiene l’articolo 14 della Legge Comunitaria 2011 che, se approvato anche dal Senato, permetterà doverose restrizioni alla vivisezione, come ad esempio un sistema ispettivo severo.

E’ inammissibile – conclude infatti la LAVche la tortura e l’uccisione di esseri senzienti sia all’oscuro da ogni forma di controllo e venga spacciata come scienza”.

Valeria Bonora

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Valeria Bonora il 19/10/2012
Categoria/e: Animalismo, Notizie dalla Lav, Primo piano.

Sono eclettica, sempre alla ricerca di cose nuove, amo l’arte in ogni sua forma e gli animali. Mi piace leggere, scrivere e fotografare, ma soprattutto amo comunicare e trasmettere “qualcosa”. ~ “Tutti sono stati bambini. Ma pochi di essi se ne ricordano” ~ [Antoine de Saint- Exupéry]

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655