Lo Stato Regala Immobili per la Riqualificazione del Territorio e per un “Turismo Lento”

Avete voglia di mettervi in gioco? Allora potrete partecipare ai bandi di concorso indetti dal demanio per la concessione gratuita di immobili pubblici sui tracciati storico-religiosi e ciclopedonali.A parlarne è Roberto Reggi Direttore dell’Agenzia del Demanio:

Cammini e Percorsi è un progetto che racchiude tutti gli obiettivi strategici che guidano l’attività quotidiana dell’Agenzia: il recupero di immobili pubblici non più utilizzati, il supporto e la collaborazione con gli Enti territoriali, il confronto continuo con le altre istituzioni per trovare soluzioni ai problemi, il coinvolgimento della cittadinanza, la trasparenza nella gestione del patrimonio immobiliare dello Stato, l’attenzione verso le realtà locali e la volontà di generare valore economico e sociale grazie alla collaborazione pubblico-privato. Come è accaduto per il progetto Fari, oggi parte un cammino appassionante di trasformazione e rigenerazione di queste 100 strutture che coinvolgerà i giovani e le realtà locali in cui vivono, un beneficio reale che impatterà sui territori e sul turismo”.

In sostanza si parla di recuperare oltre 100 immobili pubblici tra cui case cantoniere, locande, masserie, ostelli, piccole stazioni, torri, palazzi storici, antichi castelli e monasteri e trasformarli in strutture turistiche per i viaggiatori; questa è un’opportunità fantastica per chi sceglie di cambiare vita e partecipare ad una vera e propria azione di riqualificazione del nostro amato paese, lungo i percorsi del cosiddetto “Turismo Lento“, quello che punta alle bellezze del paesaggio da raggiungere a piedi o in bicicletta, un turismo fatto di antichi sapori, lentezza e calma sui cammini storico-religiosi e ciclo-pedonali che attraversano l’Italia.

Riqualificazione del Territorio

Le tipologie degli immobili selezionati sono:

• costruzioni tipiche dell’insediamento tradizionale locale borghi, case, scuole, masserie, casali, cascine, fattorie, mulini, rifugi, case forestali, etc.
• manufatti che per loro natura ed antica funzione sono legati ai sistemi a rete locali caselli idraulici, caselli stradali, case cantoniere, piccole stazioni, caselli ferroviari, etc.
• edifici storico artistiche castelli, forti, fortificazioni, caserme, ville, etc.

Sul comunicato “Valore Paese – CAMMINI e PERCORSI” presentato in collaborazione col MiBACT si può leggere che gli immobili coinvolti nel progetto si trovano lungo la Via Appia, la Via Francigena, il Cammino di Francesco e il Cammino di San Benedetto, lungo le ciclovie VEnTO, SOLE e Acqua (Acquedotto Pugliese), e lungo altri itinerari riconosciuti a livello locale.

Si tratta di 103 beni, 43 dello Stato, 50 degli Enti territoriali e 10 di Anas, che attraverso bandi di gara pubblicati entro l’estate, saranno affidati in concessione gratuita (9 + 9 anni)  “ad imprese, cooperative e associazioni, costituite in prevalenza da soggetti fino a quaranta anni” (come previsto dal D.L. Art Bonus e Turismo) oppure in concessione di valorizzazione fino a 50 anni ad operatori che possano sviluppare un progetto turistico dall’elevato potenziale per i territori, in una logica di partenariato pubblico-privato, a beneficio di tutta la collettività.

Mappa dei cammini

Il Ministro Dario Franceschini afferma:

“Grazie a questa iniziativa, resa possibile dal censimento compiuto dall’Agenzia del Demanio sarà possibile valorizzare immobili pubblici dismessi capaci di divenire tappe lungo percorsi nelle aree interne del Paese e favorire l’imprenditorialità degli under 40. In questo modo si agevola lo sviluppo di un turismo diffuso e di qualità, capace di fare del viaggio un’autentica esperienza”.

Per maggiori informazioni potete visitare il sito www.agenziademanio.it inoltre potete scaricare il comunicato stampa qui -> Cammini e Percorsi 

Riqualificazione del Territorio

Il riuso dei beni potrà consentire l’avvio di attività e servizi di supporto al viaggiatore (turista, camminatore, pellegrino e ciclista, etc.) nella fruizione dei cammini e dei percorsi, di promozione del territorio, della mobilità dolce e del turismo sostenibile – come ad esempio:

Ristoro, Osteria, Enoteca, Locanda
Bottega artigianale / Vendita prodotti tipici e a km zero
Punti vendita prodotti specializzati per camminatori e ciclisti
Presidio medico / Ambulatorio medico / Prestazioni fisioterapiche/ Fisioterapia
Centro benessere / SPA
Piccole ciclostazioni e ciclofficine
Aree e spazi attrezzati
Ricettività e Ospitalità (alberghiera / extralberghiera / all’aria aperta)
Cargo food
Rent bike, Servizio taxi, Bike service, Horse service
Ufficio promozione locale / Ufficio turistico / Info point
Presidio territoriale
Luoghi per la formazione dedicata ai temi del turismo lento e alle professionalità di settore Attività sociali, ricreative, culturali
Servizi alla persona (bambini, anziani, disabili, etc.)

E’ un’opportunità da non perdere se avete intenzione di cambiare vita, partecipando ad un progetto che porterà il turismo italiano ad un altro livello e darà una spinta economica ed ecologica non indifferente: non resta che attendere i bandi!

Articolo scritto da Valeria Bonora – valeria2174.wix.com

 

Valeria Bonora

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Valeria Bonora il 11/05/2017
Categoria/e: Notizie, Primo piano.

Sono eclettica, sempre alla ricerca di cose nuove, amo l’arte in ogni sua forma e gli animali. Mi piace leggere, scrivere e fotografare, ma soprattutto amo comunicare e trasmettere “qualcosa”. ~ “Tutti sono stati bambini. Ma pochi di essi se ne ricordano” ~ [Antoine de Saint- Exupéry]

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655