Autostima: Volersi Bene per Vivere Meglio

“Ogni mattino ti è data la possibilità di agire, fare, essere. Sii il meglio di ciò che sei!” ~ Stephen  Littleword

La realtà quotidiana che viviamo è spesso congestionata da mille impegni e responsabilità che occupano per intero il nostro tempo e le nostre energie. A tutto ciò si aggiunge la forte carica di stress, di preoccupazioni, di incertezza che il clima sociale infonde, specialmente per il lavoro, per il futuro. In questa situazione, ne converrete con me, non è semplice riuscire a vivere serenamente e, soprattutto, a dedicarsi quell’attenzione necessaria a permetterci di recuperare equilibrio ed energie per  vivere al meglio la nostra esistenza, nell’ottica di onorare la nostra missione di vita.

Ma come possiamo vivere meglio nonostante tutto quello che dobbiamo affrontare, risolvere, superare? Gli studiosi del miglioramento personale indicano diverse “strategie” per imparare ad essere più resilienti, ovvero avere la capacità di assorbire e metabolizzare gli eventi, con una risposta positiva e costruttiva. Essere “resilienti”, però, non basta per vivere meglio. Occorre imparare a prenderci cura di noi stessi, delle nostre necessità, dei nostri sogni. Solo così, ritrovando il nostro centro interiore, potremo continuare il nostro percorso di vita con gioia e serenità, aiutando anche la nostra autostima a fortificarsi. Come possiamo farlo? Imparando a “volerci bene”.

autostima

In che cosa consiste il “volersi bene”.

Volersi bene significa prendersi cura di se stessi per fare in modo di sentirsi bene emotivamente, psicologicamente e potere, quindi, avere la possibilità di riequilibrare anche le nostre relazioni, apportando il nostro contributo in modo molto più sereno. Possiamo farlo vivendo il nostro quotidiano facendo in modo di darci felicità, pace e armonia. L’armonia è quella condizione che nasce quando siamo allineati con i nostri sogni, con i nostri valori e le nostre aspirazioni. Tutto questo avendo cura, ovviamente, di non nuocere a nessuno.

Prendersi cura di sé

Prendersi cura di sé, in greco si esprime con il termine “Prosoché”, ovvero l’arte di curare se stessi. Si tratta della costante ricerca di un’intima relazione con noi stessi, con le nostre emozioni, con la nostra interiorità. Questo è ciò che suggerisce “Prosoché”.

Il filosofo e scrittore Michel Foucault afferma che è di fondamentale importanza:

“l’intensità dei rapporti con sé, cioè nelle forme nelle quali si è chiamati ad assumere se stessi come oggetto di conoscenza e campo d’azione, allo scopo di trasformarsi, correggersi, purificarsi, edificare la propria salvezza.” (Michel Foucault – La Cura di sé – Feltrinelli 1991)

In questa affermazione di Foucault possiamo notare quanto l’introspezione sia importante e dotata di un forte potenziale rigenerativo per la persona. Nella frase citata, sono racchiusi due fondamentali aspetti:

  • Il rapporto col sé è la condizione imprescindibile per vivere pienamente la propria essenza, per rivalutare ogni aspetto della nostra personalità, nell’impegno rinnovato con noi stessi.
  • La “scelta” di “prendersi in carico” totalmente e di accettare che ciò sia necessario per evolvere e guarire l’Anima, è la chiave per un’esistenza serena.

L’autore ci indica il termine “forme”, per rappresentare dei modelli attraverso i quali siamo chiamati ad assumere la responsabilità di noi stessi. Tali “forme” possiedono un’accezione simbolica, molto evocativa. Richiamano le diverse espressioni di malessere come psicosi, depressione, fobie e non dimenticano neppure gli eccessi di energia, l’iperattività e la nostra spiritualità paralizzata. Ciascuna di queste forme sono un richiamo a “prendersi in carico”.

Foucault sottolinea in modo chiaro che, l’incontro con la nostra interiorità avrà la funzione di trasformarci, di correggerci, purificarci per costruire la nostra salvezza. Salvarsi significa concedersi di esistere pienamente. Vediamo, quindi, i cinque passi fondamentali per vivere meglio avendo cura di se stessi.

autostima

I cinque passi per aver cura di sé

“Abbi coraggio di credere che…tu sei un essere meraviglioso, una persona unica. Che la tua vita accade una volta sola e ciò ti da il diritto di essere chi sei. Che la vita non è un problema da risolvere, ma un dono a custodire. E così sarai in grado di volare in alto su tutto ciò che cerca di farti strisciare nella polvere. Vola! È il tuo dono! Nulla è per caso.” ~ Stephen Littleword

1) Sviluppare la presenza a se stessi (verso il corpo, verso le emozioni, vero le necessità primarie)

2) Decidere, “scegliere” di aver cura di sé (anche se a qualcuno non piacerà), ovvero:

– essere in grado di occuparsi di se stessi
– premiarci
– vigilare sui nostri limiti, nel momento in cui doniamo energia agli altri
– saper distinguere ciò che va bene per noi da ciò che invece ci danneggia.

3) Far crescere il dialogo umano tramite:

– l’espressione della nostra persona in modo sincero ed assertivo (esprimere ciò che sentiamo e proviamo senza essere aggressivi, senza criticare o giudicare gli altri.)
– ascoltare gli altri in modo empatico, con rispetto; fare in modo che si sentano compresi, in qualunque modo si stiano esprimendo.
– essere grati, saper dire grazie, anche a se stessi.

4) Essere e vivere allineati con quello che siamo realmente:

– sviluppare auto-empatia (ascoltarsi nel profondo per conoscersi)
– dedicarsi ai propri sogni/obiettivi.

5) Insegnare alla propria mente a:

– lasciar cadere i giudizi e trasformarli/sostituirli con emozioni/bisogni. (ad es: modificare il giudizio “quello che ti rimprovero” in “quello a cui aspiro”).
– essere nel presente e godersi la bellezza di ogni momento, la sua pienezza.

Il percorso verso una qualità di vita migliore, inizia quando decidiamo di curare la nostra persona rispettando ciò che siamo, prima di tutto, e concedendoci di cambiare quello che di noi risulta stridente in relazione ai nostri bisogni primari.

Come mettere in pratica questi cinque punti? Scopritelo su Autostima: potenziarla gestendo le emozioni e avendo cura di sé

Vi aspetto!

Buona Vita!

Vitiana Paola Montana
Counselor & Kabalistic Coaching©
www.vitianapaolamontana.it
www.numerologica.it
www.progettoevolutivo.it

Redazione EticaMente.net

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Redazione EticaMente.net il 21/04/2017
Categoria/e: Primo piano, Rassegna Etica, Salute.



Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655