Ritirato vaccino esavalente ma non in Italia

Il vaccino esavalente viene somministrato ai neonati a soli 3 mesi di vita per prevenire 6 malattie (tetano, difterite, pertosse, poliomielite, infezioni invasive da Hemophilus influenzae b ed epatite virale B).

Di recente in molti Paesi d’Europa questo vaccino è stato ritirato a causa di una possibile contaminazione batterica pericolosa, un ritiro considerato urgente. La notizia è stata ignorata dai media italiani.

Il ritiro è avvenuto in Slovacchia il 3 ottobre e nei giorni a seguire anche in Spagna, Germania, Australia, Francia e Canada.

E in Italia il pericolo non c’è?

Il dottor Roberto Gava scrive a proposito su Iformasalus.it “i Ministeri della Salute degli Stati suddetti hanno avvisato la popolazione affinché i genitori dei bambini che hanno ricevuto questa vaccinazione negli ultimi mesi contattino le autorità sanitarie con urgenza. Il nostro Ministero, invece, tace, anche se pare che i Laboratori GlaxoSmithKline di Verona siano tra quelli che producono il vaccino per la Germania e i tedeschi hanno prontamente ritirato i vaccini sospetti di contaminazione”.

Speriamo di avere al più presto informazioni dettagliate a riguardo da parte del Ministero della Salute italiano.

Fonte: http://www.aamterranuova.it

Dott.ssa Elena Bernabè

avatar Articolo scritto da Dott.ssa Elena Bernabè il 16/10/2012
Categoria/e: Notizie, Primo piano.

Responsabile della redazione. Laureata in psicologia, appassionata di tematiche ambientali, animaliste ed equosolidali. Assetata di verità e disposta a tutto per ottenerla. Ama scrivere e creare in tutte le sue forme

3 commenti per “Ritirato vaccino esavalente ma non in Italia”

  1. avatar
    erminia

    Proprio in questi gg la asl mi ha richiamato per l’ ultima volta affinché faccia fare a mio figlio di due anni la terza dose. Questa sarà un’ altra freccia al mio arco quando andrò a parlare con la dottoressa incaricata di convinc della necessita’ di fare il vaccino. Grazie

  2. avatar
    federico

    La notizia qui riportata è incompleta.
    É stato ritirato un lotto.
    E l’azione si potrebbe considerare un esercizio di zelo da.parte della azienda.produttrice piu che un provvedimento voluto dai ministeri dea salute.
    Seppur palesemente allarmistico e manifestatamente fazioso invito a leggere l articolo del dr Gava su informasalus.it (link corretto).
    Dopodichè a cercare traccia della notizia nei siti delle società scientifiche di pediatria.

  3. avatar
    Antonella

    …. e’ possibile avere piu informazioni:
    1 – dopo quanto tempo dalla somministrazione del vaccino ci si puo ritenere fuori pericolo?
    2 – Quali possono essere le conseguenze?
    3 – Possiamo rifiutarci di fare i richiami/vaccini ai nostri figli?
    4 – Se la risposta e’ si al punto 4, quali sono i rischi che si corrono?
    grazie

Lascia un commento

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail

Articoli Correlati

Ultimi articoli pubblicati

SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2014 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655