Dal 18 al 21 Ottobre si terrà a Bologna la manifestazione chiamata Saie, il Salone internazionale dell’edilizia. Il grande obiettivo di questa edizione è la ricostruzione dell’Italia.

Le motivazioni sono tante: più di 6 milioni di edifici si trovano in zone ad alto rischio sismico e circa 2 milioni sono situate in zone ad alto rischio geologico. Inoltre il 55% delle costruzioni edilizie italiane ha più di 40 anni e dal punto di vista strutturale risultano essere piuttosto penose. Anche sul versante energetico ci sarebbe da fare una vera e propria ristrutturazione.

Il terremoto in Abruzzo e quello recentissimo in Emilia hanno costretto l’edilizia italiana a fermarsi e riflettere. E proprio per questo motivo durante questa manifestazione bolognese saranno presenti 700 espositori, invitati sì per farsi conoscere ma anche e soprattutto per confrontarsi e per cercare di riqualificare l’Italia.

Lo slogan della Saie 2012 è “Niente sarà più come prima”, proprio per voler essere un punto di partenza concreto per ricostruire la penisola italiana a prova di sisma. Il presidente di BolognaFiere, Duccio Campagnoli ha dichiarato riguardo ai terremotati: ” Saie 2012 è dedicato a loro”.

Speriamo che questa fiera sia davvero un momento di incontro e di partenza per una riqualificazione concreta dell’Italia intera.

Per avere maggiori informazioni sull’evento vi consigliamo di visitare questo sito internet http://www.saie.bolognafiere.it/en/

Fonte: http://www.ilsole24ore.com