“M’illumino di meno” 2017: il tema è la condivisione

Il 24 febbraio 2017 torna “M’illumino di meno”, la festa per il risparmio energetico e gli stili di vita sostenibili promossa da Caterpillar Radio2, giunta ormai alla 13a edizione e incentrata quest’anno sul tema della condivisione.

«Oltre agli spegnimenti quest’anno invitiamo tutti coloro che aderiscono a compiere un gesto di condivisione contro lo spreco di risorse. È dimostrato come la più grande dispersione energetica sia causata dallo spreco in tutti gli ambiti dei nostri consumi: alimentari, trasporti, comunicazione.

Per questo Caterpillar invita tutti gli ascoltatori il 24 febbraio a condiVivere: dando un passaggio in auto ai colleghi, organizzando una cena collettiva nel proprio condominio, aprendo la propria rete wireless ai vicini e in generale condividendo le proprie risorse come gesto concreto anti spreco e motore di socialità», si legge sul sito.

Come ogni anno, questa importante iniziativa è rivolta a istituzioni di tutti i livelli, associazioni culturali e sportive, scuole di ogni ordine e grado e soprattutto singoli cittadini, perché “M’illumino di Meno” è soprattutto «una giornata di festa energetica aperta a tutte le forme di creatività». Ne è stata fatta di strada a partire dai primi inviti a quei gesti simbolici di risparmio energetico, ossia lo spegnimento dei principali monumenti italiani ed europei.

Sull’onda della sempre più spiccata sensibilità per il tema della sostenibilità ambientale, “M’Illumino di meno” è divenuta una festa sempre più rilevante e diffusa, che anche quest’anno può contare sulla partecipazione di migliaia di sostenitori, pronti a mettersi in gioco con azioni concrete volte a tutelare il nostro bene più prezioso, il pianeta Terra.

Per la giornata del 24 febbraio 2017 (segnatevela sul calendario!) si rinnova l’invito a spegnere le piazze e le illuminazioni pubbliche e private. Il mondo dello sport è chiamato a mobilitarsi tramite l’organizzazione di attività sportive di sensibilizzazione, perché «l’energia più pulita è quella che produciamo noi muovendoci senza inquinare», mentre la proposta per le scuole prevede di giocare a immaginare un supereroe del risparmio energetico.

I bambini possono creare supereroi ispirati alle energie rinnovabili esistenti o a quelle non ancora inventate: quelli più convincenti saranno nominati da Caterpillar paladini di “M’illumino di Meno” 2017. Tra i disegni dei bambini già pervenuti in redazione citiamo il “temibile” “Conte Ventus” di Marco Guerra, che succhia il vento e lo trasforma in energia, e Off di Angelica Spataro, la prima eco-superoina del mondo, capace di far crescere le lampadine sulle piante!

Naturalmente la sensibilizzazione dei più piccoli alla tematica del risparmio energetico e della condivisione negli istituti scolastici non si ferma alla realizzazione di questi simpatici disegni: il team di Caterpillar invita ad esempio genitori e figli a recarsi insieme a scuola a piedi o in bici; organizzare un baratto di giocattoli, vestiti e libri per bambini; fare i compiti insieme; scambiare merenda, compagni di banco, vestiti e perfino ruoli (ad esempio i bambini condividono qualcosa che sanno e che hanno vissuto e gli insegnanti e i genitori ascoltano), nonché confrontarsi sulla difficoltà a condividere i propri giochi e spazi con fratelli, compagni, ecc.

Più in generale, al di là degli spegnimenti simbolici, la proposta per la scuola mira a porre in evidenza la condivisione come strategia per risparmiare energia e produrre una buona socialità, «si può analizzare la condivisione nelle varie società umane e anche animali in storia, economia, scienze e si possono organizzare molte attività concrete per sperimentare la condivisione in prima persona il 24 febbraio», il consiglio di “M’illumino di meno”, che da tempo propone il suo decalogo per il risparmio energetico e uno stile di vita sostenibile:

  • spegnere le luci quando non servono;
  • spegnere e non lasciare in stand by gli apparecchi elettronici;
  • sbrinare frequentemente il frigorifero; tenere la serpentina pulita e distanziata dal muro in modo che possa circolare l’aria;
  • mettere il coperchio sulle pentole quando si bolle l’acqua ed evitare sempre che la fiamma sia più ampia del fondo della pentola;
  • se si ha troppo caldo abbassare i termosifoni invece di aprire le finestre;
  • ridurre gli spifferi degli infissi riempiendoli di materiale che non lascia passare aria;
  • utilizzare le tende per creare intercapedini davanti ai vetri, gli infissi, le porte esterne.
  • non lasciare tende chiuse davanti ai termosifoni;
  • inserire apposite pellicole isolanti e riflettenti tra i muri esterni e i termosifoni; utilizzare l’automobile il meno possibile, condividerla con chi fa lo stesso tragitto. Utilizzare la bicicletta per gli spostamenti in città.

In occasione dell’edizione 2017, il team di Caterpillar Radio2 invita anche a mettere in pratica (e ideare) gesti di condivisione, poiché quest’ultima fa bene, genera energia e la fa risparmiare. Si può condividere la bicicletta o l’auto (da provare anche il bike-sharing o il car-sharing), il cibo (cucinando e mangiando insieme, a casa o in piazza), la casa (con l’ospitalità, lo scambio, il divano o un posto per il sacco a pelo), la banda (aprendo il proprio wireless), lo sport (correndo insieme, pedalando, nuotando e sudando), un sapere (lasciando un libro o un giornale), un saper fare (t’appendo quel quadro, t’insegno lo spagnolo, ti riparo la gomma della bicicletta), un telescopio (per guardare le stelle che con le luci spente son più belle), qualsiasi altro utensile (il trapano, la polentiera, l’aspirapolvere, il tosaerba e la lavatrice), i vestiti e i giocattoli usati dei nostri figli (organizzando un baratto a scuola), le incombenze (ad esempio portando fuori il cane di qualcun altro), i genitori e i bambini (perché non fare i compiti insieme?),  o qualsiasi altra cosa (anche solo un po’ di tempo, in silenzio o parlandosi e ascoltandosi).

Non mancano anche i consigli di condivisione per aziende, locali ed associazioni: un negozio, ad esempio, può fare uno sconto speciale, un ristorante offrire il caffè e una ditta organizzare un rinfresco con i propri dipendenti.

Iniziative del genere sono decisamente benvenute e necessarie.

Nonostante alcuni segnali positivi, il Rapporto Asvis 2016 definisce il Belpaese in “condizioni di non sostenibilità”, poiché manca ancora una strategia integrata che riesca a raggiungere l’obiettivo della decarbonizzazione entro il 2050, non è stata approvata la legge sul contenimento del consumo di suolo e sul riuso di quello edificato, mentre ad oggi non sono stati rispettati vari impegni internazionali, quali l’attuazione della direttiva quadro sulle acque. Fortunatamente cresce la diffusione delle fonti rinnovabili – superata l’incidenza del 40% sulla produzione elettrica totale –  ma le città continuano ad essere asfissiate dallo smog, tanto che nello scorso mese di gennaio nove città del Nord hanno superato per oltre due settimane il limite giornaliero previsto per le polveri sottili, come emerge dal dossier “Mal’aria” 2017 redatto da Legambiente.

Motivi in più per sostenere la corrente edizione di “M’Illumino di meno”. Sbizzarritevi con le condivisioni, noi intanto vi lasciamo con le parole dell’inno 2017, eseguito da Vittorio Cosma & l’Orchestra Italiana Bagutti, con testo di Gianmarco Bachi.

Gialla è l’erba del vicino

sciolto ormai il ghiacciaio al sole

suda il povero pinguino

mentre ai poli spuntan viole

ove ardeva il sentimento

ora è un gran calor globale

e anche il nostro amor si è spento

causa luce artificiale

m’illumino di meno

e già ritorna il sereno

metto ai consumi un bel freno

e oscuro un po’ l’abat-jour

m’illumino di meno

condividiam l’elettrone

ed in penombra, spero

si riaccenda la passione

scaldami con il tuo abbraccio

non con il termosifone

liberato da ogni cruccio

ardo di coibentazione

orsù, non sprechiam l’amore

chi vuol esser spento sia

palpiti d’interruttore

e nel buio la magia

m’illumino di meno

e appare l’arcobaleno

spengo anche il faro allo xeno

brillano stelle nel blu

m’illumino di meno

illuminata follia

se non sarà l’amor sarà

risparmio di energia

m’illumino di meno, m’illumino di meno…

Marco Grilli

 

 

Marco Grilli

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655