L’Istituto dei materiali per l’elettronica e il magnetismo del Consiglio nazionale delle Ricerche (Imem-Cnr) è riuscito a mettere a punto un processo di produzione di celle solari semplificato, in grado di abbattere i costi dell’acquisto dei pannelli fotovoltaici.

Il settore, infatti, risente molto del valore economico abbastanza notevole dei pannelli: molte persone interessate alla fine decidono di non acquistarli a causa del prezzo iniziale troppo elevato, anche se il guadagno c’è ma lo si nota solamente lungo il corso del tempo.

Abbattere i costi significherebbe sperare nell’avvio di una produzione su scala industriale.

Questi innovativi pannelli verrebbero prodotti a partire da film sottili di diseleniuro di rame, indio e gallio e risulterebbero assolutamente competitivi in termini di costi ed efficienza.

Una delle novità di questo processo produttivo è la temperatura notevolmente inferiore rispetto a quella che avviene attualmente per creare i pannelli: 270°C contro 400°C.

Fino ad oggi non è stato facile creare questa tipologia di pannelli a causa della complessità dei processi di sintesi ma ora il sogno è diventato realtà.

Fonte: http://www.rinnovabili.it