Elsa, il segugio salva-animali

Elsa è uno splendido esemplare di segugio, ma a differenza dei suoi pari, lei non viene utilizzato per braccare animali durante una battuta di caccia, anzi il suo indiscutibile fiuto viene utilizzato per ben più nobili scopi.

Elsa ha 8 anni è un segugio di Hannover, lavora per la sezione specialistica faunistica della Polizia Provinciale di Varese e il suo compito è quello di individuare e ritrovare animali feriti, in particolare grossi ungulati, vittime di incidenti con auto oppure colpiti dai bracconieri.

Il suo punto di forza è un olfatto finissimo che, accompagnato ad un addestramento speciale, mette in pratica per salvare più specie possibili. Le sue ricerche portano sempre ottimi risultati e gli animali vengono poi accuditi e curati presso centri specializzati di zona. Le operazioni di recupero, in tandem con la squadra preposte, hanno permesso il salvataggio di moltissimi ungulati (daini, cervi…). È grazie al cane Elsa se ora molti cervi, cinghiali e cerbiatti sono ancora in vita e liberi di scorrazzare per le zone verdi ,della pianura padana.

Per svolgere il suo lavoro ha subito un imprinting sin da cucciola, un addestramento specifico con relativo test da superare. Ogni tre anni Elsa è sottoposta a un test una valutazione di conferma per il livello e le capacità. Come sostiene Renato Robbiati, il suo conduttore e rappresentante della Polizia Provinciale:

«Elsa fa parte della sezione specialistica faunistica della Polizia provinciale è addestrata per ritrovare gli animali, grossi ungulati in particolare, che rimangono coinvolti ad esempio in incidenti con auto oppure feriti da bracconieri. Grazie al fiuto di Elsa possiamo individuare questi esemplari, sedarli e successivamente affidarli ai veterinari.
Gli animali che vengono feriti, anche se sono di grossa taglia, sono condotti dalla polizia provinciale nei centri specializzati nella cura di animali selvatici. Attualmente non ce ne sono in provincia di Varese ma il più vicino si trova presso il Wwf di Vanzago
».  «Il primo esame l’ha superato a un anno. Per essere abilitata a svolgere questa funzione doveva ottenere almeno il giudizio “molto buono” e così è stato. Ogni tre anni l’esame viene ripetuto». L’attività della sezione faunistica della polizia provinciale è molto ampia e articolata: «Ci occupiamo del recupero degli ungulati feriti anche per fornire alla regione i rapporti sui sinistri che vedono coinvolti gli animali selvatici. Inoltre siamo sempre in attività, spesso anche di notte, per contrastare la diffusione del bracconaggio, che è aumentata insieme al crescere del numero degli ungulati presenti sul nostro territorio».

 

Volete essere sempre aggiornati su risorse ecologiche, animalismo, idee di riciclaggio, temi equosolidali e temi etici? Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente

Potete memorizzare il nostro sito per averlo sempre a portata di mano e non perdervi mai una novità cliccando QUIe poi su aggiungi ai preferiti del vostro browser

Se avete trovato l’articolo interessante e in qualche modo utile cliccate su “mi piace” per diventare Fan e e condividete con gli amici attraverso il vostro social preferito (trovate le icone in fondo alla pagina)!

Valeria Bonora

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Valeria Bonora il 09/10/2012
Categoria/e: Animalismo, Primo piano.

Sono eclettica, sempre alla ricerca di cose nuove, amo l’arte in ogni sua forma e gli animali. Mi piace leggere, scrivere e fotografare, ma soprattutto amo comunicare e trasmettere “qualcosa”. ~ “Tutti sono stati bambini. Ma pochi di essi se ne ricordano” ~ [Antoine de Saint- Exupéry]

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655