Samhain o Halloween, corrispondente al Capodanno celtico e al nostro Ognissanti, è un momento di passaggio molto importante, che segna la fine della stagione verde e l’inizio della vita del seme, custodito nel terreno.

Simbolicamente questo è il tempo ideale per ritirarsi nel buio, che a differenza di quanto si crede è fecondo. In quanto tale è anche il momento adatto per investigare la propria interiorità privandoci di tutto ciò che è apparenza, esteriorità. Samhain segna l’inizio del semestre oscuro, si porta a termine ciò che ancora non è stato concluso, si saldano eventuali debiti e si riscuotono eventuali crediti. In questo giorno così particolare il velo che separa il mondo dei morti da quello dei vivi si assottiglia e per questo è più facile avvistare gli spiriti e comunicare con loro, ed è anche il momento ideale per onorarli, disponendo alimenti davanti alla porta, preparando altari votivi e disponendo sedie ove farli accomodare. Il dio Dagda e la dea Morrigan sono i patroni della festa.

Rituali di Samhain

rituali-halloween

I rituali di Samhain, da sam + fuin =” fine dell’estate”, sono quindi collegati al mondo dei morti. C’è chi scrive messaggi ai defunti affidandoli al fuoco dei falò come facevano a loro tempo i Druidi, chi come i Messicani onora i morti offrendo loro cibo e bevande, altarini votivi, e banchettando da 1 a 3 giorni nei cimiteri. Tuttavia, in passato, erano rari i rituali comunitari o le feste gaudenti in quest’occasione, fatta eccezione per i Druidi.

Tra i rituali più famosi che ci sono stati tramandati, si annoverano come sottolinea ilcerchiodellaluna.it, riti divinatori come l’immersione delle mele e lo sbucciare la mela. Il primo rituale permetteva di prevedere chi si sarebbe sposato l’anno seguente, il secondo consentiva di verificare quanto durava la vita del consultante sulla base della lunghezza della buccia di chi la sbucciava.

Una consuetudine di Halloween è accendere il caminetto in casa insieme alla famiglia riunendosi per raccontare storie di paura. Ma anche meditazione e arti divinatorie in generale risultano incentivate dal momento che questi giorni si rivelano adatti all’apprendimento di nuove tecniche, per esempio tarocchi e rune. Il fatto stesso di decorare casa con zucche intagliate, vestirsi da streghe e figure mostruose, invitare gli amici a cena è una sorta di rituale per celebrare la morte, che è fine ma anche inizio. Un gioco rituale tradizionale consiste nell’afferrare con la bocca le mele sacre dopo averle appese a un filo o averle collocate in una bacinella piena d’acqua.

halloween.1

Per favorire il rinnovamento interiore è possibile abbandonare oggetti e cose del passato che non ci interessa portare avanti, con l’intento di lasciarle alle spalle. Come fare? Si può semplicemente scriverle su un foglio e bruciarlo nel fuoco di Samhain, che non sarà necessariamente un falò o un focolare domestico ma anche una candela purché nera. Per potenziare l’effetto del rituale, come suggerisce ilcerchiodellaluna.it, è possibile ripetere tre volte una frase come “la cosa … se ne va.” Il foglio va bruciato e la cenere eventualmente buttata nell’acqua di un fiume.

Ulteriore rituale suggerito dal cerchiodellaluna.it consiste nello spegnere tutte le luci della casa e posizionarsi davanti a una candela nera pensando a tutto ciò che è stato, nel bene e nel male, alle cose che stanno per morire e alle persone defunte care. Dopodiché si accende la candela pronunciando: “Accolgo con questa luce gli spiriti di coloro che se ne sono andati prima di me. Siate i benvenuti!“.In una coppa o un bicchiere si versa del vino bevendone un po’ dopo averlo offerto ai morti. Si possono eventualmente accendere candele per i cari defunti, sia bianche che di altri colori, utilizzando per accenderle la candela scura. Su un piatto si posizionano pane e dolci invitando i morti a banchettare con noi. Con la candela scura ci si avvia per le diverse stanze di casa accendendo le luci. Infine si getta una moneta fuori dalla porta d’entrata dicendo “Denaro sul pavimento, denaro sotto la porta“. La moneta va lasciata in quella posizione per un mese. Ci sono anche erbe legate a Samhain, per esempio la salvia può essere mangiata per attirare denaro, le mele simboleggiano vita e immortalità.

halloween.2

Visto che Samhain segna l’inizio dell’energia oscura/introversa ed è il momento giusto per connettersi con i cari defunti, che si dice raggiungano i vivi per salutarli, è opportuno preparare un altare adatto all’occasione, per non farli sentire tristi e abbandonati. Sebbene ogni tradizione rivisiti l’altare dei morti a modo proprio, si consiglia di addobbarlo con colori tipici del periodo, ovvero bianco, nero, rosso o arancio, e ovviamente con i simboli della stagione in corso, quindi zucche, anche intagliate, pigne, mele e ghiande. Si possono aggiungere tre candele, una bianca, una rossa e una nera, un calderone, un brucia-incesi, e le foto dei cari defunti cui l’altare è dedicato.

Laura De Rosa

yinyangtherapy.it